Quanto tempo aspettare dopo aver mangiato per fare attività fisica?

Ricordate quando si andava al mare da bambini e le nostre madri ci impedivano di tuffarci in acqua prima che fossero passate minimo quattro ore dal pasto? Per evitare che la digestione in corso ci creasse problemi? Considerato che di solito in vacanza si finiva di mangiare alle due del pomeriggio, aggiungeteci quattro ore e si arrivava alle sei di sera e quindi scattava l’inevitabile frase “No, sono ormai le sei di sera, l’acqua è troppo fredda per farci il bagno”. Ma come? Prima mi fai aspettare quattro ore e poi mi dici che è troppo tardi? Il risultato era che andare al mare al pomeriggio era impresa titanica.

Classico panino pre allenamento, mix di proteine e carboidrati
Classico panino pre allenamento, mix di proteine e carboidrati

In generale, anche quando si fa allenamento o qualsiasi tipo di sport bisognerebbe evitare di andare a correre, andare in palestra, allenarsi o fare fitness subito dopo aver mangiato. E’ una questione di rispettate una giusta tempistica.

Bisogna riuscire a pianificare l’allenamento almeno 2-3 ore dopo il pasto per evitare di ostacolare il processo digestivo. Gli esperti ci insegnano che prima di un allenamento non si dovrebbe fare un pasto enorme, ma che comunque è bene fare un piccolo spuntino un’oretta prima dell’allenamento.

La giusta combinazione è un mix di carboidrati e proteine per raggiungere le 200 calorie. Non va bene andare ad allenarsi a stomaco pieno e non va bene andare ad allenarsi a stomaco vuoto: nel primo caso interferite con la digestione, nel secondo non avrete le energie necessarie per riuscire a sostenere lo sforzo fisico.

Via: Popsugar

di Laura Seri