Rimedi naturali e della nonna per curare il giradito

 

Quanto è fastidioso il giradito. In alcune parti di Italia è chiamato anche patereccio e si tratta di un’infezione delle dita che si sviluppa dove la pelle delle dita si attacca all’unghia. Di solito l’infezione è provocata da stafilococchi e altri batteri presenti nella saliva che riescono a trovare un punto di ingresso nella cute di questa zona a causa del vizio di mordicchiarsi le pellicine. A volte, invece, il giradito si forma sulle dita dei piedi: qui la causa va cercata in una umidità eccessiva o in piccole ferite.

I sintomi del giradito sono abbastanza tipici: si ha un gonfiore rossastro della pelle delle dita intorno all’unghia, presenza di pus e dolore. Una volta che il vostro medico vi avrà prescritto la terapia tradizionale, potrebbe essere utile abbinare a quest’ultima alcuni rimedi naturali e della nonna per accelerare un pochino la guarigione.

Cipolla e aglio contro il giradito
Cipolla e aglio contro il giradito

Questi sono alcuni rimedi naturali che si possono provare con il giradito:

1) acqua e sale: forse il rimedio più noto, si immergono le dita in una soluzione sovrasatura di acqua tiepida e sale

2) malva: si usa o sotto forma di impacchi o immergendo le dita colpite nell’infuso tiepido di  malva. Si può anche bere la tisana di malva, solo che se esagerate ha effetto lassativo

3) cipolla e aglio: hanno azione antibatterica. Si possono frullare in acqua e applicare la crema così creata sulla parte

4) limone: ha azione antinfiammatoria. Si crea un buco nel limone e ci si infila dentro il dito col giradito

5) arnica e calendula: utili contro l’infiammazione e l’infezione. La calendula mitiga il dolore e riduce l’infiammazione, l’arnica agisce contro i batteri

6) tea tree oil: l’olio di malaleuca ha azione antibatterica, cicatrizzante e antimicotica. Si mescolano poche gocce di olio in un olio di mandorle e si fanno degli impacchi

Foto: Wikimedia

di Laura Seri