Ringraziate brufoli e acne: rallentano l’invecchiamento della pelle

 

Brufoli e acne hanno un insospettato effetto positivo: ritardano l’invecchiamento della pelle. Tutti a lamentarci da giovani dell’acne e dei brufoli e poi si scopre che da adulti ci donano una pelle più giovane. E’ quanto è stato scoperto da uno studio pubblicato sul Journal of Investigative Dermatology. Secondo i ricercatori, le rughe compaiono molto più tardi nelle persone che da giovani hanno avuto problemi di acne e brufoli. Tutto merito dei telomeri più lunghi presenti nel DNA di queste persone.

Niente brufoli? La pelle invecchia prima
Niente brufoli? La pelle invecchia prima

I telomeri (piccole parti di DNA alla fine dei cromosomi), tendono a ridursi man mano fino a quando le cellule che essi regolano non riescono più a replicarsi correttamente.

Si parla in questo caso di apoptosi o morte cellulare programmata. Quindi se si hanno i telomeri più lunghi, ecco che questa morte cellulare programmata delle cellule dell’epidermide arriverà più tardivamente con un relativo invecchiamento posticipato.

di Laura Seri