Sabato è il giorno giusto per godersi il sonno

 

C’è chi pensa che la domenica sia il giorno ufficiale del riposo e considera il sabato un giorno di festa da dedicare a tutto quello che non si riesce a fare durante la settimana. Eppure, chi lo pensa, sbaglia di grosso: il giorno del riposo è il sabato!

A svelarlo è un’applicazione per smartphone, Sleep Cycle, che ha diffuso pubblicamente le abitudini legate al sonno di 941.300 persone provenienti da quarantasette diversi paesi del mondo. I dati statistici ottenuti analizzando il comportamento di utenti del web, con un’età compresa tra diciotto e cinquantacinque anni, hanno dimostrato che nel 90% dei casi il sabato è il giorno in cui ci si sveglia più tardi, si indugia a letto e ci si alza con l’umore più alto.

Al contrario, la notte in cui si dorme peggio è quella della domenica: si dorme meno ore e la qualità del sonno non è sempre ottimale.

Quello che non tutti sanno è che il riposo non ha solo a che fare con il numero di ore di sonno, ma rientra in un concetto di benessere più ampio. Quando ti senti stanco cogli l’occasione per fermarti.
Evita di riempire il weekend di impegni, lasciati guidare da ciò che ti dà ispirazione e sperimenta nuovi hobby: buone letture, film, un pomeriggio all’aria aperta o alla scoperta di una città vicina sono solo alcuni degli stimoli che potranno accendere di entusiasmo il tuo weekend.

Inoltre, dovete sapere che i ritmi frenetici aumentano gli episodi di mal di testa: la cosiddetta emicrania da weekend.
Per combattere il mal di testa evita l’uso eccessivo di computer e smartphone durante il fine settimana, non abusare di alcolici e medicinali, elimina dal vocabolario pigrizia e sedentarietà.

 

di Eliana Avolio