Se sei triste il mondo è grigio: per davvero!

 

Si dice che quando una persona è triste, il mondo gli appare più grigio. Ma non è solamente un modo di dire, come dimostrato da uno studio della University of Rochester: i ricercatori, infatti, hanno scoperto che le nostre emozioni influiscono in maniera profonda sulla nostra percezione del mondo che ci circonda. E le emozioni tristi non fanno altro che mostrarci un mondo che è altrettanto triste, spento, insomma, più grigio del solito…

Woman standing at the window
Il mondo è grigio quando siamo tristi!

Lo studio, pubblicato sulla rivista Psychological Science, è stato condotto su 127 partecipanti, che hanno guardato dei filmati assegnati in maniera casuale: alcuni video erano stati scelti per rendere tristi le persone che lo guardavano, mentre altri per farli divertire e renderli felici.

Dopo la visione del filmato, le persone hanno visto 48 campioni di colore consecutivi: gli studiosi hanno chiesto loro di indicare se i campioni erano rossi, giali, verdi o blu. I ricercatori hanno scoperto che i soggetti che avevano visionato i “filmati tristi” sono risultati meno sicuri nell’identificazione dei colori, rispetto a chi aveva visto un filmato divertente.

La riduzione della percezione dei colori riguardava solo i colori dell’asse blu-giallo, mentre non sono state riscontrate differenze nell’asse rosso-verde.

Eravamo a conoscenza di come spesso le persone usino colori per descrivere i fenomeni comuni, come gli stati d’animo e abbiamo pensato che forse queste metafore si spiegano col fatto che c’è davvero un legame tra umore e modo di percepire i colori”. Ma la sorpresa riguarda “il fatto che siano stati interessati solo quelli lungo l’asse blu-giallo“.

Quindi il mondo è davvero più grigio quando siamo giù!

di Redazione