Sentirsi in forma con i superfrutti

 

Vi sentite stanche e stressate?
Se la risposta è affermativa, vi consiglio di dare un’occhiata alla vostra alimentazione per capire se state seguendo una dieta varia e sana o se, al contrario, avete bisogno di qualche attenzione in più per ritrovare il giusto benessere psico-fisico.
Molto spesso senza rendercene conto non introduciamo il giusto apporto di vitamine e sali minerali e, proprio per questo motivo, ci sentiamo più stanche e meno predisposte ad affrontare tutte le attività quotidiane.

Se modificare le proprie abitudini alimentari diventa complicato a causa dei ritmi frenetici della giornata, vi consiglio, quantomeno, di scegliere alimenti naturali ricchi di sostanze nutrienti: sto parlando dei Super Frutti, un concentrato naturale di vitamine e sali minerali, con effetti antiossidanti.

Ecco di cosa sto parlando.

Bacche di Aronia

OLYMPUS DIGITAL CAMERA
Bacche di Aronia

– Proprietà

Le bacche di Aronia hanno un basso contenuto calorico; sono ricche di polifenoli e flavonoidi, utili a contrastare i radicali liberi e l’invecchiamento cellulare. Sono ricche di fibre, e contribuiscono al buon funzionamento del colon; contengono vitamina k, proprietà fondamentale per la robustezza delle ossa e sono ricche di ferro e di vitamina C.

– Come consumarle?

100 grammi di bacche di Aronia essiccate, apportano all’organismo oltre il 90% della dose consigliata di ferro e oltre il 30% della dose consigliata di vitamina C.
Hanno un sapore aspro e, per tale motivo, vengono consumate con l’aggiunta di zucchero, o sotto forma di ottime marmellate o di succo.
Alcune aziende commercializzano le bacche di Aronia congelate, ma si utilizzano più facilmente secche o sotto forma di succo.

More di Gelso

2013-05-30-15-29-54
More di Gelso

– Proprietà

Fonte naturale di ferro e vitamina C, le more di Gelso sono perfette come snack per gli sportivi e per chi segue una dieta vegetariana. Contengono anche vitamina A utile per rafforzare la vista e aiutano anche a combattere la stitichezza e l’ipertensione.
Sono, inoltre, ricche di Resveratrolo, un potente antiossidante che rallenta l’invecchiamento della pelle.

– Come consumarle?

Da sole come spuntino.
Il succo di gelso reintegra immediatamente i liquidi persi con il sudore e quindi previene efficamemente la disidratazione; i frutti di gelso, invece,  possono essere consumati sottoforma di confetture, nelle creme, nei gelati, negli yogurth e nelle torte.
Infine se soffrite di insonnia provate a consumare una ciotola di gelsi prima di andare a dormire e…sogni d’oro!

Semi di Chia

semi-di-chia
Semi di Chia

– Proprietà

Ricchi di calcio, i semi di Chia sono ideali soprattutto per le donne in menopausa e per gli intolleranti ai latticini perché fortificano ossa e muscoli.
Sono, inoltre, ricchi di acidi grassi essenziali omega3 e omega6.

– Come consumarli?

Possono essere aggiunti al muesli della colazione o accompagnati a cereali e altri semi, come i semi di zucca o di girasole, per uno snack salutare e nutriente nel corso della giornata.
Possono essere assunti crudi nella dose di uno o due cucchiai al giorno, come integratore alimentare naturale, oppure possono essere utilizzati come condimento per numerosi piatti tra cui insalate, pasta, risotti e altri cereali a piacere.
Possono inoltre essere utilizzati come ingredienti da aggiungere a frullati di frutta e/o verdura oppure come elemento decorativo, ma nutriente, su crostini e tartine sui quali siano state spalmati paté di olive o salsine preparate con ortaggi freschi come pomodori, carote o peperoni.

Bacche di Goji

proprieta-e-benefici-delle-bacche-di-goji_eb9b6a376b8afb3064c414dd86ed06b6
Bacche di Goji

– Proprietà

Ricche di vitamina C e A e di tiamina, un potente antiossidante, le Bacche di Goji sono considerate i frutti della longevità.
Hanno un effetto saziante e un bassissimo indice glicemico e vengono utilizzate soprattutto nelle diete dimagranti per mantenere sotto controllo il peso corporeo.

– Come consumarle?

Le bacche di goji possono essere consumate secche, ma anche essere reidratate, ad esempio immergendole in acqua o latte per 10 minuti, nello yogurt (15 minuti) ed essere utilizzate come supplemento per tè o tisane.
Sono ottime anche come base per un infuso: versare un paio di cucchiaini di bacche in una tazza e lasciare in infuso con acqua bollente per 8-10 minuti dolcificando poi a piacimento con zucchero o miele.

Pitaya

Pitaya_cross_section_ed2
Pitaya

– Proprietà

La Pitaya è un frutto tropicale morbido e dal gusto dolce, ricco di vitamina C ed E.
Contiene, inoltre, un’alta percentuale di betacarotene, che favorisce la sintesi di melanina, consentendo di ottenere un’abbronzatura sana e uniforme.

– Come consumarlo?

Il metodo migliore per gustare la Pitaya fresca è consumarla cruda quando ben matura, tagliandola a metà o in spicchi per assaporarne la polpa cremosa, semplicemente con un cucchiaino; i semini della pitaya vengono comunemente mangiati con la polpa, hanno un sapore che ricorda la nocciola, sono ricchi di lipidi e conferiscono a questo frutto proprietà lassative.

Bacche di Maqui

Bacche-di-Acai
Bacche di Maqui

– Proprietà

Questi frutti sono ricchi di antocianine, potenti antiossidanti, e aiutano la formazione del collagene, migliorando la funzionalità di cartilagini, gengive, ossa  e vasi sanguigni.

– Come consumarle?

Le bacche di Maqui possono essere consumate secche come spuntino. Oppure potete berne il succo o consumare degli integratori a base di esse, che si vendono in farmacia o in erboristeria.

Bacche di Physalis

07072007182
Bacche di Physalis

– Proprietà

Dette anche Alchechengi, sono frutti ricchi di vitamine e sali minerali, tra cui zinco, ferro, potassio, fosforo e magnesio.
Sono, inoltre, ricche di fibre e, per tale motivo, aiutano la motilità intestinale.

– Come consumarle?

L’Alchechengio è un frutto dalla buccia liscia color giallo, molto simile ad un pomodorino, dal gusto agrodolce.
Se essiccato può esser conservato a lungo e utilizzato in cucina per la preparazione di dolci, insalate di frutta e di verdura, in aggiunta a yogurt e tisane o consumato tale e quale.

di Eliana Avolio