Tutta la verità sui radicali liberi

 

Sugli effetti dei radicali liberi non ci sono dubbi: provocano l’invecchiamento, ma non solo. Nel peggiore dei casi, possono favorire l’insorgenza di gravi malattie. Ma cosa sono esattamente questi radicali liberi e come si producono nel nostro organismo?

Il corpo umano è composto di differenti cellule, che a loro volta sono composte da molecole diverse. Queste ultime sono costituite da atomi , collegati da legami chimici. L’atomo ha cariche positive (protoni) e cariche negative (elettroni) che orbitano intorno. Gli elettroni possono essere condivisi con altri atomi per ottenere la massima stabilità. Quando si forma un legame debole, dove si crea un elettrone senza coppia, si ottiene un radicale libero.

Il radicale libero, allora, per raggiungere la stabilità va a trovare l’elettrone necessario per raggiungerla. Ma, “rubando” un elettrone da un’altra molecola, questa diventa instabile ovvero un radicale libero. Così si realizza una cascata di radicali liberi in un circolo vizioso, fino allo scoppio di una cellula vivente.

Quando si crea un radicale libero

I radicali liberi si formano in molti processi nel corpo, per esempio mediante metabolismo o dal sistema immunitario – che ha il compito di attaccare virus e batteri. Si creano anche per via di fattori ambientali come contaminazione, fumo e cattiva alimentazione. Il corpo gestisce i radicali liberi che si producono naturalmente, ma se la relativa produzione è eccessiva, allora il nostro organismo subirà delle pesanti conseguenze, come l’invecchiamento o malattie cardiovascolari – aumentando notevolmente i livelli di colesterolo cattivo, il rischio di cancro.  I radicali liberi sono anche coinvolti nel morbo di Parkinson, nell’Alzheimer, l’arteriosclerosi e il diabete.

Invecchiamento e radicali liberi
Invecchiamento e radicali liberi

Come contrastare i radicali liberi

Sono gli antiossidanti che aiutano a rallentare il processo dei radicali liberi, che si prendono dal cibo. Sono gli alimenti che contengono vitamine come la C ed E, il beta-carotene.  Sono fondamentali per neutralizzare i radicali liberi donando uno dei loro elettroni ed evitandp così la catena di “furto di elettroni”.

Fra gli alimenti antiossidanti che non dovrebbero mai mancare nella nostra dieta troviamo: i mirtilli, super alimenti ricchi di antiossidanti, l’avocado, il cioccolato fondente che è ricco di flavonoidi, le carote, ricche di betacarotene, il tè verde che contiene molti antiossidanti, i broccoli, i frutti rossi, ricchi di antociani, i fagioli che contengono coenzima Q10, i kiwi ricchi di vitamina C ed E, le noci, lo yogurt, le barbabietole, il pompelmo ricco di vitamine A, B e C, i pomodori e le bacche di goij.

Fonte foto: glamour.it

di Marianna Feo