Un casco aiuterà a non perdere i capelli durante la chemio

 

Un casco aiuterà le persone sottoposte a chemioterapia a non dover fare i conti con la caduta dei capelli: messo a punto dall’Istituto europeo di oncologia (Ieo) di Milano, è già stato testato su una trentina di donne con risultati che fanno ben sperare per il futuro di questo trattamento utilizzato per poter curare le persone affette da tumore. Il casco contro la perdita dei capelli ha funzionato nell’85% dei casi.

casco-chemio
Casco contro la caduta dei capelli per chemioterapia

Ma come funziona il casco contro la caduta dei capelli per chemioterapia? Il dispositivo sfrutta l’effetto positivo del freddo: viene utilizzato durante e dopo la seduta di chemioterapia per poter congelare i bulbi peliferi del cuoio capelluto proteggendoli così da eventuali danni dei farmaci che vengono utilizzati per le infusioni.

Paolo Veronesi, direttore della senologia chirurgica, spiega:

Il freddo diminuisce la perfusione del sangue e il metabolismo frenando localmente l’attività distruttiva dei chemioterapici. In alcune pazienti la capigliatura è rimasta addirittura intatta“.

Ovviamente la sperimentazione dovrà continuare e dopo questo primo traguardo lo strumento verrà ancora studiato per potenziarne l’uso.

Fonte foto: Tgcom

di Redazione