Una settimana di prova da vegana

Ma se fossi vegana cosa mangerei?
Chi di noi non si è fatta almeno una volta questa domanda, ammettiamolo. Sarà anche una moda, ma in Europa sempre più persone – tra cui soprattutto le donne – vorrebbero diventare vegane e in Italia l’8 per cento della popolazione ha già detto sì a un’alimentazione vegana. Il veganesimo è un cambiamento radicale, che impone di rinunciare a carne, pesce e ogni derivato animale, che richiede una buona dose di disciplina personale e alimentare. A chi non è ancora pronta per una svolta così radicale proponiamo una prova di una settimana. Giusto il tempo di rispondere alla fatidica domanda iniziale: in una settimana da vegana cosa mangio?

vegan
Una settimana di prova da vegani: cosa mangiare e cosa evitare.

Modalità vegana on: istruzioni per l’uso

Ma come si diventa vegana per una settimana? Innanzitutto serve una lista della spesa.
Non scegliamo ingredienti strani, bastano legumi, verdure e cereali.
Il pasto, infatti, andrà sempre costruito sulla stessa proporzione: 2/3 di cereali e 1/3 di legumi + verdure a volontà.
La frutta meglio mangiarla come spuntino per ridurre i crampi della fame che di certo avremo. Si può optare anche per dei piatti unici che rendono tutto più facile.

Dried super health food selection in wooden spoons over natural paper background. High in antioxidants, minerals, vitamins and dietary fiber.
Cereali e legumi sono l’unica fonte di proteine nella dieta vegana. Per questo l’alimentazione deve basarsi su una proporzione precisa: 2/3 di cereali e 1/3 di legumi + verdure a volontà.

La settimana vegana

Colazione (tutti i giorni):

muesli integrale con yogurt di soia oppure latte di mandorle o di soia o di riso
1 panino integrale con miele oppure biscotti vegani o fette biscottate
1 frutto fresco o 1 centrifuga
1 caffè o un tè verde

LUNEDÌ

Pranzo: pasta integrale con pomodoro fresco
Cena: zuppa di legumi e cereali + insalata verde mista.

MARTEDÌ

Pranzo: riso con piselli o fagioli
Cena: tofu alla piastra con verdure grigliate, 1 panino integrale.

MERCOLEDÌ

Pranzo: miglio o orzotto con lenticchie
Cena: seitan in padella con contorno di verdure miste crude, 1 fetta di pane ai cereali e frutta fresca.

GIOVEDÌ

Pranzo: gnocchi di patate al radicchio
Cena: insalata con fagioli, carote, rape rosse e funghi prataioli, 1 panino integrale.

VENERDÌ

Pranzo: cous cous con verdure e tofu
Cena: vellutata di cavolo rosso con crostini di pane integrale, una porzione di verdura di stagione cotta.

SABATO

Pranzo: risotto ai funghi
Cena: vegan burger di soia, insalata verde mista.

DOMENICA 

Pranzo: lasagne vegane alle verdure e un dolce vegan
Cena: minestrina vegetale, una porzione di verdura di stagione cotta, 1 panino alla crusca.

 

 

 

 

di Fabiana Pellegrino