10 cibi anti maniglie dell'amore

Ai maschietti piacciono, a noi donne un po’ di meno, ma la verità è che quei fastidiosi rotolini di ciccia accumulati negli ultimi mesi su pancia e fianchi rendono la nostra figura appesantita. E soprattutto sono difficili da eliminare!

Le maniglie dell’amore rappresentano per noi donne un campanello dall’allarme: se compaiono sui nostri fianchi vuol dire che ci muoviamo poco, mangiamo troppo e male.

La prima cosa da fare, dunque, è quella di aumentare l’attività fisica che sia attraverso uno sport o un’attività quotidiana, come salire le scale, passeggiare più spesso, portare a spasso il cane.

Nulla serve senza una buona alimentazione.
Anche mangiare troppo poco è una mossa sbagliata: servirà a perdere centimetri proprio dove non vogliamo!

Scegliete gli alimenti giusti!

Recenti studi hanno dimostrato che alcuni alimenti hanno la capacità di favorire l’eliminazione delle adiposità localizzate.
Tra questi troviamo:

Avena

Per il suo basso indice glicemico, che favorisce il lento assorbimento degli zuccheri e, in più, aiuta a tenere sotto controllo i livelli di colesterolo.

Quinoa
E’ un alimento naturalmente privo di glutine, ha un basso indice glicemico ed è ricco di sali minerali, che aiutano a mantenere efficaci e attive le funzioni metaboliche.

Riso

Meglio se Basmati, thai, integrale e venere. Favorisce il transito intestinale e il senso di sazietà, inoltre è privo di glutine e non determina picchi glicemici elevati.

Legumi

Sono un ottimo alleato per controllare l’accumulo di adipe. Inoltre se preparati in minestre o minestroni, hanno un particolarmente potere saziante.

Arancia rossa
Questo frutto aiuta l’ossigenazione di tessuti, incluso quello dei fianchi, entro il quale si annidano i cuscinetti adiposi. Un tessuto ossigenato, risponde meglio all’ossidazione dei grassi e al loro trasporto in circolo.

Prugne
Contengono polifenoli che attivano il microcircolo, favorendo gli scambi metabolici e l’ossidazione del tessuto adiposo.

Ananas

Consente di drenare l’eccesso di liquidi, che spesso accompagna anche l’accumulo dei cuscinetti. Non buttate il gambo: le sostanze attive del frutto sono localizzate soprattutto lì!

Cicoria
Aiuta il controllo della glicemia. Inoltre è ricca di fibre che consento di regolare l’attività intestinale. Occhio a come la cucinate: non vale ripassata in padella!

Radicchio rosso

Anche il radicchio favorisce il microcircolo e il riassorbimento dell’adipe. Grazie al basso contenuto di zuccheri e di fibre, dà un gran senso di sazietà.

Olio extravergine di oliva

Contribuisce al controllo glicemico rallentando lo svuotamento gastrico. Inoltre, il suo contenuto di polifenoli, squalene e terpeni ne conferisce un importante ruolo antinfiammatorio. Non più di 2 cucchiai al giorno volendo considerare un’alimentazione standard.

di Eliana Avolio