15 cose che devi smettere di fare se vuoi essere felice

Cosa si frappone tra noi e la nostra felicità? Spesso siamo noi stessi ad impedirci di essere felici. Ecco 15 comportamenti che dovremmo evitare per vivere meglio la nostra vita.

Una scena di La ricerca della felicità - Foto: movieplayer.it
Una scena di La ricerca della felicità – Foto: movieplayer.it

1. Fare drammi inutili

I drammi adolescenziali dovrebbero finire con l’adolescenza. Perché ce li portiamo dietro nell’età adulta? Cerchiamo di discernere cosa è veramente importante e rilevante per la nostra vita e concentriamoci su questo con maturità ed equilibrio.

2. Avere aspettative troppo alte

L’aspettativa è all’origine della delusione. Se mettiamo troppa pressione su noi stessi o su una situazione, rischiamo di essere costantemente frustrati nelle nostre speranze. Cerchiamo di essere realistici e impariamo ad amare le cose e le persone per come sono e non per come vorremmo che fossero.

3. Accontentarsi

Avere aspettative realistiche non vuol dire accontentarsi. Mai accettare il minimo sindacale nel lavoro, nell’amore, nelle amicizie e nel rapporto con se stessi, la noia e la rassegnazione sono l’anticamera dell’infelicità.

4. Dire sempre di sì

No è una bellissima parola e dobbiamo imparare a pronunciarla. Spesso facciamo seguire la parola no da una serie di scuse e giustificazioni, mentre dobbiamo imparare che il semplice fatto di non voler fare qualcosa è un motivo sufficiente per non farla.

5. Eccedere

Il troppo stroppia. Indulgere nelle cose che ci piacciono va bene ma va fatto con moderazione, il piacere lascia presto il posto al senso di colpa o alla noia.

6. Dare troppo peso all’opinione pubblica

Il fatto che la maggior parte delle persone credano che qualcosa sia giusto, non vuol dire che lo sia davvero. Molte persone non hanno il coraggio di esprimere un’opinione controcorrente e trovano più comodo seguire gli altri. Questo alla lunga fa perdere di vista le proprie convinzioni, troviamo il coraggio di parlare fuori dal coro.

7. Vivere nel passato

Il passato è passato, prima lo accettiamo prima saremo in grado di andare avanti. Il passato ci insegna lezioni utili per il future ma non deve impedirci di vivere il presente.

Una scena di La ricerca della felicità - Foto: movieplayer.it

Una scena di La ricerca della felicità – Foto: movieplayer.it

8. Tornare a relazioni che non hanno funzionato

Se non hanno funzionato una volta, quante chances ci sono che funzioneranno la seconda? Spesso torniamo sui nostril passi e riallacciamo una relazione perché non siamo riusciti a trovare risposte alle domande sul perché e per come è finite. Dobbiamo trovare le risposte dentro di noi e scrivere la parola fine da soli, tornando indietro corriamo solo il rischio di procurarci nuove ferite e nuove domande senza risposta.

9. Prendersi più impegni di quanti se ne possa gestire

La vita è un esercizio di equilibrio. Se ti sommergi di impegni e responsabilità, potresti non emergere più. Stabilire le priorità, capire quali carichi possiamo sopportare e quali no e ridurre lo stress sono i primi passi verso una vita equilibrata.

10. Mettersi continuamente a confronto con gli altri

Tu se tu e non sarai mai qualcun altro. L’unica persona di cui puoi essere migliore è la persona che eri ieri. Il miglior confronto è quello con noi stessi e con ciò che siamo stati in passato, per apprezzar i progressi e le evoluzioni che abbiamo fatto.

11. Essere pessimisti

Vedere il bicchiere sempre mezzo vuoto è una pessima tendenza. Impariamo a guardare il lato positivo delle situazioni e la vita ci sorriderà.

12. Essere troppo autocritici

Riflettere su se stessi e sui propri errori è un’ottima cosa, ma buttarsi giù costantemente senza mai riconoscere i propri meriti è un altro paio di maniche. Usiamo i nostri difetti e le nostre criticità come una spinta a migliorarci, non ad odiare noi stessi.

13. Isolarsi

Passare del tempo da soli è necessario ma isolarsi troppo spesso non fa bene. Stare a contatto con gli altri ci dà più occasione di imparare, condividere e sentirci vivi che non stare soli con noi stessi.

Una scena di La ricerca della felicità - Foto: movieplayer.it

Una scena di La ricerca della felicità – Foto: movieplayer.it

14. Preferire i possessi materiali alle esperienze

Solo perché qualcosa non è tangibile, non vuol dire che non abbia valore. La pienezza della vita è data dalle esperienze, non dall’investimento in cose materiale. Noi non siamo ciò che abbiamo, siamo ciò che viviamo, ciò che sentiamo e ciò che impariamo.

15. Giudicare

A volte presumiamo di conoscere gli altri e di poterli giudicare. Non è così, non c’è motivo di applicare alle vite degli altri i nostri schemi e i nostri pregiudizi. Vivi la tua vita come vuoi e lascia che gli altri facciano altrettanto.

Via elitedaily.com

di Redazione