8 cose da sapere sull’autismo

Aprile è il mese dedicato all’autismo, un periodo nel quale sensibilizzare l’opinione pubblica su questo disturbo, per conoscerlo meglio e per poter capire di che cosa si tratta: il 2 aprile scorso è stata proprio la Giornata Mondiale della Consapevolezza sull’Autismo.

Il disturbo altro non è che un disordine dello sviluppo neurologico, caratterizzato da problemi nella comunicazione verbale e non verbale, nell’interazione sociale e si manifesta spesso con comportamenti ripetitivi. Chi ne soffre, ha un modo molto particolare di reagire al mondo che lo circonda.

Ecco, dunque, 8 cose che dobbiamo conoscere sull’autismo:

1. Colpisce maggiormente i maschietti rispetto alle femminucce: l’autismo colpisce 1 bambino su 68 (1 maschio su 42).

2. Non esiste ancora una cura, ma si può intervenire con trattamenti per poter garantire una vita migliore al paziente e alla sua famiglia.

3. Non ci sono ancora cause note per l’autismo, dal momento che è un insieme di diversi tipi di disturbi e i sintomi possono essere diversi da persona a persona.

4. L’autismo non è provocato dai vaccini, come stabilito dall’American Academu of Pediatrics, che ha sottolineato che la malattia viene sviluppata prima della nascita.

5. Spesso è difficile diagnosticare l’autismo: non ci sono metodi diagnostici standard.

6. Le persone autistiche comunicano in maniera diversa.

7. L’autismo può progredire e un intervento tempestivo è fondamentale.

8. Alcuni famosi personaggi del passato hanno sofferto di autismo (Thomas Jefferson, Hans Christian Andersen, Albert Einstein, Nicola Tesla, Mozart, Andy Warhol, Charles Darwin e Sir Isaac Newton).

di Redazione