Acidi per la pelle: tutte le caratteristiche per un utilizzo consapevole

Articolo scritto da Francesca del blog Mylovelyworld.

Sono sempre stata molto attenta alla mia pelle e ai prodotti da utilizzare per prendermene cura al meglio e oggi sono davvero soddisfatta perché esistono trattamenti per ogni tipo di inestetismo.

In particolare negli ultimi anni si sente spesso parlare di acidi per la pelle utilizzati dalle estetiste per trattamenti ad hoc o inseriti nei prodotti della nostra beauty routine.

Conoscerli e conoscerne le caratteristiche diventa quindi fondamentale per scegliere quelli più adatti al nostro tipo di pelle e al “problema” da trattare.

Prima di scoprire insieme i 5 acidi più utilizzati, occorre fare una differenza tra gli acidi contenuti nei cosmetici da usare a casa, presenti in bassa percentuale al solo scopo di garantire un’azione idratante e gli acidi utilizzati dalle estetiste per i cosiddetti peeling chimici che invece espletano una funzione esfoliante.

Non esiste un’età minima dalla quale poter sottoporsi al peeling ma per ogni esigenza è previsto il trattamento giusto per migliorare il proprio aspetto.

Acido Glicolico

Acido Ialuronico

L’Acido Ialuronico si trova naturalmente nei tessuti del corpo e dona alla pelle elasticità e morbidezza. Dai 25 anni però, la sua concentrazione inizia a ridursi e ciò determina l’invecchiamento cutaneo, ecco perché i trattamenti all’acido ialuronico sono fortemente consigliati in caso di rughe ma anche per la prevenzione delle stesse.

Acido Kojico

L’acido Kojico ha una grande funzione depigmentante, essendo un ottimo inibitore della melanogesi. È perfetto per il trattamento di melasma, lentigo senili, lentigo solari ed occhiaie.

Acido Salicilico

Acido Mandelico

L’Acido Mandelico è uno dei più delicati; agisce senza procurare bruciore e rossore ed è indicato per il trattamento dell’acne, delle discromie della pelle, dei comedoni (i cosiddetti punti neri), della rosacea e per idratare la pelle in profondità.

Facendo eccezione per l’Acido Mandelico (e per alcuni anche l’Acido ialuronico ma visti i pareri discordanti meglio evitare), si sconsiglia il trattamento con acidi durante il periodo estivo e in gravidanza.

Il numero di sedute a cui sottoporsi sarà valutato dall’estetista e tra una seduta e l’altra è consigliabile far trascorrere 3-4 settimane.

I prezzi delle sedute non sono proprio bassi, ma i miglioramenti sono quasi sempre garantiti!

di Redazione