Arriva la pasta che non ingrassa

Finalmente la pasta potrà tornare ad occupare il suo posto di regina nella nostra alimentazione, soprattutto per chi è affetto da celiachia.

I laboratori dell’Università Cattolica di Piacenza infatti, hanno messo a punto una “ricetta” mescolando farina di diversi tipi di fagioli ed hanno ottenuto, in via sperimentale, una pasta che resiste di più alla cottura, con un ottimo profumo ed un basso indice glicemico (Ig), principale responsabile dell’aumento di peso e di malattie metaboliche.

L’indice glicemico dei prodotti gluten free infatti, è di norma molto alto mentre l’amido contenuto nei legumi ne consente un assorbimento più lento.

Il prossimo passo, come spiega Gianluca Giuberti, coordinatore del progetto, sarà quello di valutare l’efficacia dimagrante su persone affette da celiachia, ma al momento i risultati sono molto promettenti, come ha dichiarato Francesco Masoero direttore dell’Istituto di Scienze degli alimenti e della Nutrizione: “I dati mostrano come l’inclusione di farina di fagiolo possa ridurre notevolmente l’indice glicemico della pasta, senza però modificare le principali caratteristiche tecnologiche del prodotto”.

di Redazione