Bere troppo fa male

Da anni ci sentiamo ripetere che bisognerebbe bere almeno 2 litri di acqua al giorno per gli innumerevoli benefici che questa apporta al nostro organismo, ma ora una ricerca inglese sembra smentire tutto questo.
A quanto pare ingerirne troppa potrebbe causare disturbi anche gravi, dall’eccessiva sudorazione, all’insonnia, al sangue troppo “diluito”.

Addirittura alcune persone potrebbero sviluppare una vera e propria dipendenza che prende il nome di “acquaholism”, che porterebbe a bere anche quando il nostro organismo non ne ha assolutamente bisogno.

Secondo il professor Mark Whiteley, chirurgo e fondatore della Whiteley Clinic di Londra, bere eccessivamente non consentirebbe al cervello di avvisarci quando superiamo il “limite” consentito dal corpo. Questo perché il nostro cervello rilascia un ormone antidiuretico, l’ADH, che regola il funzionamento dei reni e che viene “disattivato” da un livello di liquidi troppo alto.

Come fare allora per barcamenarsi tra le vecchie credenze e le nuove scoperte? Il consiglio migliore è “bere quando si ha sete” ed in generale di non superare gli otto bicchieri al giorno e di alternare l’acqua con altri liquidi come succhi di frutta e latte. Come sempre, senza esagerare.

di Redazione