Bibite gassate dietetiche: esistono davvero?

Non puoi non amare le bevande gassate eppure saprai che proprio bene non fanno: gli zuccheri introdotti con queste bibite contribuiscono ad aumentare l’introito calorico di zuccheri semplici e di conseguenza portano a farci ingrassare.
Nel 1982 è stata introdotta sul mercato la Coca-Cola Light, mentre la Coca-Cola Zero solo nel 2005. Entrambe queste bevande sono prive di calorie: nella Coca-Zero così come nella Coca-Light, non vi sono zuccheri ma aspartame, un dolcificante artificiale composto da amminoacidi, acidi aspartici e felanina. Questa sostanza, che rende dolce le due bevande in modo non naturale, molti ritengono che sia tossica per l’organismo (anche se nessuna ricerca ha dato risultati certi in merito).

La vera differenza tra i due soft drink riguarda le fasce di mercato differenti a cui si rivolgono: la Coca-Cola Light infatti sembrerebbe preferita da un pubblico femminile che desidera mantenere la linea, mentre la Coca-Cola Zero, è la prescelta dei maschietti.
Ma la vera rivoluzione è rappresentata proprio dalla Pepsi: in Giappone è uscita sul mercato la prima Pepsi Special brucia grassi.
Hai capito bene! Brucia-grassi. Qui non si parla di ridurre a zero le calorie introdotte, ma addirittura di bruciarle. Il merito sarebbe di un semplice ingrediente, la destrina, una fibra solubile che riduce l’assorbimento dei grassi, aumenta il senso di sazietà e accelera il metabolismo.

La nuova Pepsi ha ricevuto il via libera della Japan Health Food & Nutrition Association, l’organismo preposto a fornire pareri sulla qualità dei prodotti alimentari in Giappone.

Molti sono gli scettici (esperti del settore), che dubitano del prodotto. Non ci sarebbe alcuno studio che dimostri che la destrina, messa all’interno di una bevanda, porti a una reale perdita di peso.
Pareri a parte tutti ne parlano, ma per il momento è in commercio solo in Giappone ad un prezzo equivalente a 1,60 euro.
Io faccio parte del gruppo degli scettici, dopotutto le bibite gassate hanno una discreta quantità di calorie e non credo basti una sostanza, come la destrina, che riesca a farci dimagrire. Sarebbe troppo facile!
Tu cosa ne pensi? Una volta in Italia la comprerai o non ce la fai ad aspettare e prendi il primo aereo per Tokyo?

di Eliana Avolio