Dieta B Factor: 7 regole da seguire per dimagrire

Stanche di seguire una dieta? Di aumentare e perdere peso in un infinito effetto yo-yo? Benissimo. Oggi parliamo della dieta B Factor.
Non ci saranno Mika e Morgan come diet coach, ma Samantha Biale, nutrizionista e autrice del libro intitolato proprio “La dieta B Factor”.
La Biale è convinta che piuttosto che seguire l’ennesima dieta dimagrante servano delle regole da seguire PER SEMPRE che consentano non solo di dimagrire, ma soprattutto di non ingrassare più e di star bene in salute. Le regole sono 7, eccole spiegate una per una.

1. La pasta mai da sola!

Gli ultimi studi in tema di alimentazione hanno rivelato che il segreto per dimagrire e non ingrassare più è tenere sotto controllo la produzione di insulina, l’ormone che regola i livelli di zucchero nel sangue e che, se stimolato in eccesso, favorisce l’accumulo di grassi di deposito. Per mantenerla ai livelli ideali, ogni pasto contenente carboidrati deve avere anche una quota di proteine e grassi. In questo modo, abbasserete l’indice glicemico.

2. Anticipate la fame!

È importante consumare pasti frequenti, ogni 3-4 ore circa, così scongiurerete le abbuffate incontrollabili e alzerete il metabolismo perché, ogni volta che mangiate, l’organismo consumerà un tot di energia extra per digerire e assimilare il pasto.

3. Scovate gli zuccheri!

Quando scegliete i vostri alimenti non fatevi ingannare dalle scritte “light” o “fat free”: i veri responsabili dell’aumento di peso sono gli zuccheri semplici perché l’apparato digerente li assimila molto velocemente, aumentando la glicemia e quindi l’intervento massiccio dell’insulina che trasforma il glucosio in eccesso in grassi di deposito.

4. Non eccedete col sale!

Nella lotta ai chili di troppo bisogna fare i conti anche con i liquidi in eccesso che spesso, oltre a provocare oscillazioni importanti di peso da un giorno all’altro, peggiorano l’aspetto della cellulite.
E il sale fa proprio questo, favorisce l’accumulo dei liquidi nel nostro organismo.
Se proprio non riuscite a liberarvi definitivamente della saliera, optate per il sale iposodico-iodato che al posto del sodio ha il potassio, utile contro la ritenzione idrica.

5. Non saltate la colazione!

È il pasto più importante della giornata, quello che consente di moderare la fame durante il corso della giornata. La colazione ideale dovrebbe sempre avere qualcosa di dolce come la frutta e cereali ricchi di fibre.

6. Mangiate sempre cose diverse!

Variare l’alimentazione evitando di mangiare sempre le stesse cose è fondamentale perché ci assicuriamo di introdurre nel nostro organismo tutti i nutrienti e i micronutrienti che ci servono.
Per uscire dalle solite abitudini, imponetevi di mettere nel carrello della spesa un alimento mai assaggiato, che si tratti di una verdura o frutta mai sperimentata, una variante sconosciuta di cereali o pesce.

7. Non eliminate i grassi buoni!

Uno degli errori più frequenti che si tende a fare quando si vuole dimagrire è eliminare per prima cosa i grassi, mangiando insalata scondita, yogurt magro, tonno al naturale.
Cosa molto sbagliata perché l’organismo ha bisogno di una quota di grassi per funzionare bene, ma anche per quanto concerne la perdita di peso perché, nelle giuste quantità, rallentano la velocità con cui il cibo viene trasformato in glucosio.

In realtà su questa “dieta”, se così la possiamo definire, non si dice nulla di sbagliato ma nemmeno nulla di nuovo.
Mangiare bene, in modo equilibrato e vario è alla base di tutto. Chiaro è che molta importanza la riveste come sempre l’attività fisica. Se siamo pigri e passiamo tutto il giorno seduti alla scrivania, per poi spostarci sul divano e infine sul letto, col tempo il metabolismo rallenterà e i chili di troppo si faranno sentire.
C’è una sola regola per star bene e sentirsi in forma: muovere quelle chiappe!

di Eliana Avolio

  • In questo articolo:
  • Diete