Disegna il piatto per rimanere in forma!

Qualche giorno fa ho letto l’articolo di una ragazza americana molto carino e divertente (lo puoi trovare qui), nel quale Hanna Brooks Olsen (così si chiama) da consigli su come stare attenti alla dieta, tracciando sul piatto delle linee per decidere quanto spazio il cibo deve occupare a seconda del tipo di alimentazione che si segue.
Pensa che lei stessa ha fatto le foto ai piatti: puoi trovare il piatto per i vegetariani, quello per gli onnivori e persino il piatto della festa del ringraziamento!

I vari piatti

Il piatto base
Il piatto base

Per prima cosa prendi un piatto base, rigorosamente bianco, uno di quelli ottenuti con i punti Barilla (hai presente?) o semplicemente un piatto a cui tieni poco. E inizia a tracciare delle linee come nella foto sopra, così da stabilire gli spazi che i vari alimenti dovranno occupare.

Il piatto degli onnivori
Il piatto degli onnivori

Di norma, la metà del piatto deve essere occupata dalle verdure o dalla frutta, un quarto da proteine (carne, pesce, uova o formaggi), un quarto da carboidrati (pane o pasta o riso) e al centro i grassi (salse da condimento o un cioccolatino).

Il piatto dei vegetariani
Il piatto dei vegetariani

Per i vegetariani il discorso non cambia, l’unica differenza è che il quarto di proteine sarà occupato dai legumi, formaggi e uova.
Se sei celiaco, puoi dedicare il quarto destinato ai carboidrati al riso, alle patate o al mais.

Il piatto dei celiaci
Il piatto dei celiaci

Ed infine… ecco il piatto della festa: nasce come il piatto del giorno del Ringraziamento, ma qui in Italia possiamo facilmente adattarlo al piatto del Natale e, perché no, della vigilia, del capodanno, di Pasqua…

Il piatto della festa!
Il piatto della festa!

Insomma io la trovo un’idea geniale e di sicuro divertente. E tu?

Foto di Hanna Brooks Olsen

di Eliana Avolio