Divieto per i piercing ai genitali femminili

In Inghilterra, dove le bizzarrie normative sono all’ordine del giorno, hanno deciso di prendere una decisione abbastanza drastica per quanto riguarda i piercing: dal prossimo mese di Aprile, infatti, i piercing ai genitali femminili saranno vietati, in quanto la pratica è stata ritenuta equiparabile alle mutilazioni genitali e per tanto illecita.

La decisione presa dal Servizio Sanitario Ingelse (Nhs) si basa sulla concordanza con presunte linee guida emanate dall’Oms in materia di normative igieniche e sanitarie legate a piercing e tatuaggi ed è frutto della volontà di combattere le numerose mutilazioni genitali femminili abusive, operate in contesti violenti, presenti sul territorio inglese.

Avranno esagerato con questa azione? Equiparare una seppur discutibile scelta estetica ad una crudele pratica di tortura mi sembra davvero eccessivo.

di Eliana Avolio