Due giorni detox prima di Pasqua

Oggi è Venerdi Santo e mia madre, fortemente religiosa, mi ha trasmesso (imposto forse è la parola più giusta!) la tradizione del digiuno. Un digiuno inteso come limitarsi nel mangiare solo necessario, facendo piccoli pasti che escludano completamente la carne.
No, non ti preoccupare, non è un articolo sulle tradizioni religiose cristiane, ma ho pensato di utilizzare questo incipit perché un paio di giorni di “digiuno” prima di affrontare le abbuffate pasquali non è poi così male.
Normalmente alle mie pazienti consiglio di fare due giornate detox nei giorni che precedono la Pasqua; mangiare in maniera serena la domenica e il lunedì di Pasquetta e successivamente affrontare una settimana di dieta: questo ti servirà per non prendere nemmeno mezzo etto!
La dieta da seguire dopo Pasqua chiaramente la pubblico martedì giusto in tempo per essere eseguita, mentre oggi ti parlo dei due giorni detossificanti che potrai utilizzare non solo in questa occasione, ma tutte le volte che sai di dover affrontare pasti abbondanti che si protraggono per più di un giorno.

Fondamentale è l'acqua!

Alla base di una dieta detox c’è l’acqua, i liquidi in generale: bisogna essere fortemente idratati per fare tanta “plin plin”.
Quindi almeno otto bicchieri d’acqua al giorno, che sia naturale o gassata non importa, basta che bevi.
La mattina inizia la colazione con una tazza di thè con due biscotti secchi o 2 fette biscottate con un velo di miele o marmellata, che ti forniranno l’energia necessaria per affrontare la giornata.
Pranzo e cena assolutamente identici: oggi, che è venerdì, escludiamo la carne, preferendo il pesce.
Pranzo: tonno o salmone con pomodori o verdure (soluzione migliore soprattutto se lavori perchè puoi portarti il pranzo da casa) senza pane e un frutto a scelta tra mela, kiwi e ananas.
Cena: Orata o spigola o altro tipo di pesce con verdure, senza pane e un frutto a scelta come per il pranzo.

A metà pomeriggio e prima di andare a letto fatti una tisana drenante o digestiva a base di finocchietto, liquirizia, tarassaco.

Domani, invece, la colazione rimane la stessa ma a pranzo e a cena potrai mangiare la carne.
Pranzo: Passato di verdure più pollo alla piastra e insalata mista. Senza pane e con un frutto a scelta tra mela, ananas e kiwi.
Cena: Esattamente identica al pranzo, non toccare la carne rossa che tanto a Pasqua ce ne sarà in abbondanza.
Sempre le tisane a metà pomeriggio e la sera dopo cena.

In queste due giornate introdurrai appena 1000 calorie e soprattutto ti sentirai molto più sgonfia.
A Pasqua e Pasquetta mangia quello che vuoi, ma se posso darti un consiglio evita il superfluo: pane, grissini, taralli, patatite, noccioline… goditi un po’ di tutte le portate senza strafare!

di Eliana Avolio