Guarda come ti riciclo il rossetto!

Nell’era del riciclo e del biodegradabile non possono mancare in casa i cestini per la raccolta differenziata: l’organico rigorosamente separato da carta, plastica e vetro destinati al riciclo, rispettando l’ambiente e riducendo i consumi. E se riciclassi il rossetto?

Il progetto prende forma…

L’idea la trovo super carina e di sicuro in tempo di crisi anche il portafoglio ringrazierà. Vediamo se riesco a coinvolgerti in questo esperimento.

Si tratta di recuperare i fondi dei rossetti che ti sono terminati, possibilmente di tonalità simili (non pensare di unire il color carne con il rosso fuoco perché ne uscirebbe una terza tonalità!), versali in un pentolino con due dita d’acqua e fai cuocere a bagnomaria fino ad ottenere una crema liquida. Mi raccomando stai attenta a non far bollire il composto altrimenti il colore potrebbe alterarsi!
Dopo che la crema si è sciolta bene, aggiungi due gocce di un olio naturale che magari tieni chiuso in un cassetto dimenticato da tempo, così da amalgamare perfettamente le cere dei rossetti.

Solo dopo aver seguito attentamente questi piccoli passaggi potrai versare il composto liquido in un vecchio astuccio di un tuo rossetto oppure in un barattolino per creme da viaggio, quelli piccoli da borsetta: il tuo nuovo rossetto sarà pronto per essere utilizzato!
Nel caso in cui hai utilizzato un barattolino puoi aiutarti con un pennello da labbra per applicare il tuo nuovo rossetto.

Ultima chicca… puoi utilizzare il tuo nuovo rossetto riciclato anche come blush: con un clima invernale così rigido, un fard in crema è davvero perfetto!

di Eliana Avolio