I vegetariani non possono mangiare i fichi

Chi decide di diventare vegetariano o vegano lo fa per due motivi: il primo, la necessità di intraprendere uno stile di vita più sano eliminando prodotti di origine animale che non fanno benissimo alla salute; il secondo, proprio per rispetto al mondo animale. Ecco perché i vegetariani, e ancor di più i vegani, rendono la loro alimentazione ricca sopratutto di frutta e verdura. Ma perché i vegetariani/vegani dovrebbero eliminare i fichi dalla loro dieta?

Secondo uno studio pubblicato su Biology Letters , i fichi, per la loro dolcezza, attraggono molte vespe nella fase dell’impollinazione, vespe che spesso e volentieri restano intrappolate dalla viscosità del frutto e vi muoiono dentro.
Un enzima all’interno del fico “divora” la carcassa dell’insetto, che diventa così parte integrante del frutto, sotto forma di proteine.
Questo fenomeno è talmente frequente che gli agricoltori tengono persino sotto controllo il numero di vespe che ogni pianta può “mangiare”.

Ma non dobbiamo sorprenderci dalla presenza della vespa nel fico, molti altri sono i prodotti che contengono insetti, come spiega il Dipartimento di entolomogia della NC State University:

Ketchup: 30 uova di insetto ogni 100 grammi

Mais in scatola: 2 larve di insetto ogni 100 grammi

Mirtilli: 2 vermi ogni 100 bacche

Burro di arachidi: 50 frammenti di insetti ogni 100 grammi

Polvere di Curry: 100 frammenti di insetti ogni 100 grammi

Semi di sesamo: 5% di semi infestati

Caffè: 10% di chicchi infestasti

di Eliana Avolio