La depressione può alterare il senso del tempo

Percezione del tempo
Percezione del tempo

La depressione può alterare il senso del tempo di chi soffre di depressione: il tempo sembra trascorrere più lentamente o sembra addirittura immobile a chi soffre di depressione, come indicato da uno studio condotto dal professor Daniel Oberfeld-Twistel della Johannes Gutenberg University di Mainz (JGU) in Germania.

La sensazione del tempo che passa è soggettiva e può essere vissuta in maniera diversa dalle persone che soffrono di depressione: se da un lato sentono che le ore passano in maniera più lenta rispetto a soggetti non affetti dalla patologia, le persone depresse riescono anche a individuare con accuratezza un intervallo di tempo breve, di 2 secondi o 2 minuti.

I ricercatori, il cui studio è stato pubblicato sul Journal of Affective Disorders, hanno analizzato i risultati di 16 studi, che hanno coinvolto 433 soggetti depressi e 485 soggetti sani: a loro è stato chiesto, ad esempio, di indicare in ore la lunghezza di un film.

“Abbiamo scoperto indicatori importanti che negli individui depressi la sensazione soggettiva del trascorrere del tempo differisce dalla capacità di valutare l’effettiva durata di eventi esterni”.

di Redazione