Matrimonio: come e quando scegliere l'acconciatura e il make-up per quel giorno

Buondì fanciulle!
In questo mese di agosto voglio darvi qualche consiglio sul matrimonio, in particolare su uno degli aspetti che interessa di più noi sposine: l’acconciatura e il make-up che avremo quel giorno.
In una giornata così speciale, in cui la sposa è la protagonista indiscussa, non possiamo permetterci di lasciare tutto al caso: bisogna correre ai ripari prima del tempo per non rischiare di avere brutte sorprese in futuro.
Io mi sposerò tra meno di un mese e proprio per questo motivo ho deciso di condividere insieme a voi questo mio percorso, raccontandovi la mia esperienza e dandovi qualche consiglio in più.

Acconciatura sposa: raccolto morbido
Acconciatura sposa: raccolto morbido

Quando è necessario iniziare la ricerca?

Non so da voi come funziona, ma al sud di solito trascorre sempre molto tempo dal momento della “proposta” alla data delle nozze: le più fortunate attendono un anno, ma c’è chi addirittura ne attende due o tre. Chissà perché poi!
Comunque… nel mio caso abbiamo optato per un anno così da avere il tempo necessario per scegliere tutto senza farci divorare dall’ansia.
Dopo aver scelto l’abito da sposa, primo step fondamentale, potete proseguire immaginando l’acconciatura ed il make-up che volete adottare quel giorno. Tutto deve combaciare alla perfezione.
Vi faccio un esempio:
– con un scollo a barca è possibile sfoggiare uno chignon alto o basso;
– se il vostro abito ha una scollatura a cuore potrete optare per una coda laterale o una treccia;
– con uno scollo all’americana, invece, è perfetto un semiraccolto;
– gli abiti accollati, al contrario, si abbinano ad acconciature morbide con capelli che cadono sulle spalle.

Acconciatura sposa: treccia laterale
Acconciatura sposa: treccia laterale
Acconciatura sposa: chignon con applicazione
Acconciatura sposa: chignon con applicazione
Acconciatura sposa: capelli sciolti e ondulati
Acconciatura sposa: capelli sciolti e ondulati

Quella che ho scelto io per il momento è top secret!
Ma torniamo a noi. Dopo aver immaginato l’acconciatura dei vostri sogni sarà necessario proporla al vostro parrucchiere di fiducia e sentire cosa vi consiglia. Quando andare? Almeno sei mesi prima. Così da avere tutto il tempo per fare le prova ed eventualmente cambiare idea!
Per il make-up il discorso non cambia. Anzi, per certi versi è ancora più importante: trovare una brava truccatrice è davvero difficile!
Le scelte da fare sono tre:
– provare una truccatrice già testata in precedenza da un amica o da un parente;
– iniziare una scrupolosa ricerca su Internet, cercando di trovare il giusto rapporto qualità-prezzo;
– truccarsi da sole.
Io ho scartato sia la prima che l’ultima opzione e ho dato inizio ad una lunga ricerca sul web.
in cui ho acquistato l’abito da sposa: 8 mesi prima. E in alcuni casi è già tardi.
Se vi riducete all’ultimo momento potete rischiare di non trovare disponibile la truccatrice dei vostri sogni, mangiandovi mani e piedi per il nervoso.
Durante la ricerca troverete truccatrici brave che spareranno cifre assurde, truccatrici meno brave che spareranno cifre assurde e truccatrici pessime che spareranno cifre assurde. Poi ci sono le truccatrici oneste, io ho trovato una di quelle.
Una volta trovata vi consiglio di fissare l’appuntamento per la prima prova lo stesso giorno dell’acconciatura, magari la facendovi raggiungere dall’estetista al salone del parrucchiere, così da decidere tutto nello stesso momento.

Trucco sposa: look romantico
Trucco sposa: look romantico
Trucco sposa: primo piano sugli occhi
Trucco sposa: primo piano sugli occhi
Trucco sposa: labbra in primo piano
Trucco sposa: labbra in primo piano

Una app da scaricare!

Ultimo consiglio che vi do è quello di scaricare l’applicazione di matrimonio.com sul vostro telefonino.
In questo modo, registrandovi avrete tutto sotto controllo: make-up, fornitori, invitati, tutto a portata di click. Quest’app inoltre vi dà la possibilità di consultare il vostro “wedding organizer” con gli impegni e le scadenze da rispettare.
Più di così…

In bocca al lupo sposine!

di Eliana Avolio