Organizzazione make up: 5 regole da seguire

Se leggi i miei articoli e quelli di Eliana è perché, come noi, sei un’appassionata di bellezza e make up.
Per questo motivo è molto probabile che tu abbia una collezione di prodotti davvero grande: fra ombretti, creme e pennelli potresti truccare tutte le componenti femminili della tua famiglia.
Cosa fare, quindi? Hai ormai sfondato tutte le pochette in cui cerchi, in modo ostinato, di raccogliere i tuoi adorati; il lavandino del bagno è colmo di oggetti posizionati uno sopra l’altro, neanche dovessi creare una piramide.
La soluzione è una sola: organizzare ad hoc i tuoi prodotti make up.
Non temere: è sì un processo un po’ lungo e faticoso ma, una volta messo tutto in ordine e suddiviso in modo intelligente, durerà per sempre (se lo rispetterai!).

1 – Seleziona i prodotti

Organizzazione make up - Foto by Lauren Powell-Smothers su Flickr
Organizzazione make up – Foto by Lauren Powell-Smothers su Flickr

Parlando di “collezione” sai benissimo a cosa mi riferisco. Fra tutti i trucchi che possiedi, ci sono sicuramente dei prodotti da buttare.
No, non fare quella faccia, non stiamo contrattando. È così. Punto.
Prendi tutte le tue buste e pochette e rovescia tutto in una scatola.
Guarda ogni singolo prodotto e rispondi sinceramente a due domande:
– Lo uso?
– È ancora utilizzabile?

Se le risposte sono entrambe affermative, metti il prodotto in un’altra scatola. In caso contrario finiranno nel cestino.
I mascara secchi, le matite troppo corte e, soprattutto, i prodotti scaduti, sono trucchi che non userai mai più e il loro valore affettivo (ad esempio, il tuo primo rossetto o un regalo di un’amica) non è una giustificazione sufficiente per tenerli con te.

2 – Suddividi per aree

I prodotti di make up sul mercato sono così tanti che, a volte, confondono anche me.
Ecco perché non è possibile averli tutti in un unico cassetto: useresti sempre e solo gli stessi, dimenticandoti di tanti alleati valorosi.
È il momento di prendere la scatola dei “salvati” nello step 1 e, seduta tranquillamente ad un tavolo, iniziare a dividerli per aree.
Ti sconsiglio, per esperienza, una suddivisione troppo selettiva: evita, quindi, la sezione “blush pesca”/”blush rosati” o “Ombretti verdi/Ombretti marroni” e così via.
Sono anni che utilizzo un metodo che ti consiglio:
– Fondotinta
– Rossetti
– Lipgloss
– Correttori/Illuminati
– Terre/Blush
– Ombretti in polvere/pigmenti
– Ombretti in crema
– Palette varie
– Matite occhi
– Matite labbra
– Base occhi
– Pennelli
– Mascara
– Smalti
Oltre a questa piccola selezione, tengo da parte i prodotti che uso SEMPRE. Ogni donna ne ha qualcuno.

3 – Organizzazione: prodotti piccoli

Tenere in ordine i trucchi - Foto by prawncrisps su Flickr
Tenere in ordine i trucchi – Foto by prawncrisps su Flickr

Matite, mascara, lipgloss, rossetti e smalti sono i prodotti che, tendenzialmente, occupano meno spazio ma che, normalmente, abbiamo in grossissime quantità.
Per i primi tre, la soluzione è molto semplice: io ho diviso la prima categoria in occhi e labbra e, perfettamente ordinate, sono tutte contenute in due porta penne situati sul tavolo in modo da averle tutte sempre a disposizione.
Nel caso in cui tu fossi un tipo creativo, puoi anche personalizzare una tazza con delle fascette dedicate e rendere il tutto più originale.
Nel caso di smalti e rossetti, ti consiglio di creare delle scatole con dei divisori. La mia amica Des di Trucchi Svelati ha creato un tutorial apposito dove parla di smalti ma io l’ho riproposto anche per i trucchi.

4 – Organizzazione: Prodotti medio/grandi

È il momento di pensare ad ombretti, palette, fondotinta… insomma. Tutti gli altri prodotti.
Quello che ti consiglio è di acquistare delle cassettiere: le dimensioni dipendono solamente dai tuoi gusti e dai tuoi spazi.
Personalmente, a casa mia ho quelle piccole da appoggiare sopra il mio vanity table: circa sei cassetti ciascuna e facili da utilizzare.
Se non hai spazio o ti capita spesso di truccarti in bagno opta, invece, per un mobile che si sviluppa in altezza: tanti cassetti e la possibilità di piazzarla dove ti è più comoda.
Le cassettiere di piccole dimensioni che posseggo, le ho acquistate sul sito di Ikea ma, con sommo dispiacere, non sono più disponibili.
Ho visto che su Maison du Monde ci sono molte proposte fra cui scegliere: quattro o più cassetti con differenti fantasie.
A seconda dei prodotti che devi inserire, opta per dedicare i cassetti più grandi a quelli che hai in maggiori quantità e alle palette e, come ovvio che sia, quelli più piccoli per le categorie con pochi componenti.

5 – Divertiti!

Tenere in ordine i trucchi - Foto by Knitty Cent su Flickr
Tenere in ordine i trucchi – Foto by Knitty Cent su Flickr

Ok, sei arrivata alla fine.
Cosa resta da fare? Semplicemente goderti il risultato e renderlo ancora più tuo.
Perché non personalizzare ogni cassetto con un’etichetta dedicata? Puoi creare degli stencil e decorarli con una bomboletta spray o mettere alla prova le tue doti da sarta per ricavare dalla stoffa piccole pezze da decorare con filo e perline.
In questo modo saprai sempre cosa troverai in ogni cassetto senza dover abituare il tuo cervello come in una partita a memory.
Se la tua cassettiera è in legno, puoi anche pensare di colorarla con un’unica tinta o creare fantasie differenti o, ancora, ricoprire il tutto con una carta da pacchi che adori.

di Alessandra Nido