Proprietà e benefici dell'olio di cocco

Articolo scritto da Aurora del blog AurorainDublin.

L’olio di cocco trova le sue origini, nella terra della Polinesia, dove, da oltre cent’anni, viene usato dalle donne, per la cura dei capelli aridi e della pelle secca.

In questo paradiso tropicale, viene chiamato, olio di Monoi, che significa “olio profumato”, in quanto, all’olio di cocco, vengono aggiunti nel processo di elaborazione, i fiori di Tiarè, famosi appunto per la loro particolare fraganza.

Il meraviglioso fiore di Tiarè
Il meraviglioso fiore di Tiarè

L’olio di cocco, ampiamente utilizzato nelle cucine asiatiche per produrre il curry, ha visto, negli ultimi anni, un incremento negli ambienti della cucina naturale e nella dieta vegana.

Si presenta sotto forma solida, e a temperature pari a 24 gradi, inizia già a fondersi: tuttavia è possibile farlo sciogliere a bagnomaria oppure strofinandolo delicatamente sulla pelle.

Ma vediamo quali sono le proprietà che contiene questo olio, e perchè viene considerato un alimento sano e naturale, fondamentale per il nostro organismo.

Proprietà ed utilizzo dell’olio di cocco

Oltre alla vitamina K, il ferro, e la vitamina E, è costituito in prevalenza da acidi grassi saturi a catena media, i quali oltre a proteggere dall’insorgere di malattie cardiovascolari e degenerative, aumentano il metabolismo, favorendo la perdita del peso corporeo.

L’assunzione di moderate quantità di olio di cocco contribuirebbe a prevenire e a combattere alcune malattie di origine ormonale come l’ ovaio policistico e l’ipertrofia prostatica.

Diversi studi affermano che, oltre a rendere più forte il sistema immunitario, l’assunzione regolare di questo olio, contribuirebbe a favorire meglio la digestione.

Inoltre, la presenza degli antiossidanti, aiuterebbe a combattere i radicali liberi, responsabili del processo di invecchiamento delle nostre cellule.

Utilizzo alimentare dell’olio di cocco

Negli ultimi anni, l’olio di cocco, ha visto un aumento nell’ industria alimentare: si trova infatti, in moltissimi prodotti da forno, cibi precotti e alimenti in scatola.

Per quanto riguarda il suo utilizzo in cucina, oltre a caratterizzare piatti tipici di origine Thailandese e Indiana, l’olio di cocco può essere sostituito al burro per la sfoglia della torta o per altri impasti di questo tipo: può essere spruzzato sui popcorn e sugli altri cibi ai quali si abbinerebbe, di solito, il burro.

Questo tipo di olio, può essere aggiunto a bevande calde e fredde, come ad esempio, un frullato, un tè, un liquore allo zabaglione o al cioccolato caldo.

Polpa di noce di cocco
Polpa di noce di cocco

Utilizzo cosmetico dell’olio di cocco

Infatti grazie alla presenza di acidi grassi, possiede proprietà idratanti, emollienti e protettive.

E’ considerato efficace per alleviare problemi minori della pelle come acne ed eczemi, ha proprietà antibatteriche e antisettiche ed è inoltre utile contro funghi.

Considerato un buon filtro naturale per i raggi solari dannosi, viene, spesso, utilizzato per migliorare l’abbronzatura: fate, però, attenzione ad associarlo ad un fattore di protezione adeguato al vostro tipo di pelle, per evitare brutte scottature!

Anche i capelli possono essere trattati con l’olio di cocco: per esempio è utile per il trattamento dei capelli secchi e aridi, dovuti a tinture o all’esposizione dei raggi solari.

Può essere usato come balsamo senza risciacquo prima della doccia, in modo da rendere i capelli morbidi e lucenti.

Affinchè, però, le proprietà indicate siano realmente efficaci è necessario acquistare un olio di cocco di buona qualità: un olio vergine, ovvero che non è stato soggetto ai processi di raffinazione, manterrà, dunque, tutte le sue proprietà benefiche, esattamente allo stesso modo di quando è stato pressato.

E’ possibile acquistare l’olio di cocco online, nei reparti biologici dei supermercati e nei negozi che si occupano della vendita di prodotti etnici e di alimentazione biologica.

di Redazione