Punture di zanzare: le odio!!

L’estate avanza e il caldo si fa sentire e, in un clima così umido come quello che sto respirando a Roma in questi giorni, non potevano mancare le odiosissime zanzare: di giorno ci sono quelle tigre, che fanno capolino all’alba come al tramonto (mentre innaffio le piante al mattino presto prendono subito di mira piedi e gambe. Argh!) e quelle classiche europee senza nome, che ti fanno generalmente compagnia durante tutta la notte con il loro tipico ronzio.

La puntura della zanzara!
La puntura della zanzara!

Benissimo… dovendo fare i conti, ogni anno come adesso, con gli odiosi bubboni pruriginosi ho pensato che darti qualche consiglio su come lenire gli effetti delle punture di questi insetti cadesse a pennello.
Ho letto su un sito che seguo spesso e che trovo molto interessante, rimedinaturali.it, qualche idea davvero efficace (una di queste l’ho provata di persona!) per ridurre prurito e rossore.

Foglia della pianta di aloe
Foglia della pianta di aloe

Una delle principali indicazioni è quella di applicare dell’aloe, o strofinando sulla parte punta direttamente la foglia di aloe, o in forma di gel (provato per prima: ottimo!).

Rimedia con il miele e bicarbonato
Rimedia con il miele e bicarbonato

Seconda chance, il miele mescolato a un cucchiaio di bicarbonato.

Rimedia con aglio
Rimedia con aglio

Efficaci anche aglio e cipolla, i classici rimedi della nonna insieme al sale da far sciogliere nell’acqua e applicare con un batuffolo sulla puntura.
Infine gli olii essenziali alla melaleuca e alla lavanda che puoi acquistare tranquillamente in erboristeria.

La forza di un ventilatore!
La forza di un ventilatore!

Ultima chicca che io ormai adopero da sempre, ma piuttosto che per lenire gli effetti delle punture, per evitare che le zanzare mi pungano, è il ventilatore: il movimento continuo dell’aria non consente loro di volare per appoggiarsi stabilmente su di una parte. Non so se la cosa è stata realmente dimostrata, ma rimane una mia teoria e credo sia davvero valida. Provare per credere!

E tu che strategie usi per non farti pizzicare o per non soffrire tanto a punture avvenute?

di Eliana Avolio