Se è 'Vero Amore' lo scopri con la risonanza magnetica

Il sentimento dell’amore risulterebbe perfettamente quantificabile, misurabile e visualizzabile mediante il ricorso ad una comune risonanza magnetica.

A sostenere questo concetto è un’equipe di ricercatori cinesi dell’University of Science and Technology: il team di scienziati è giunto a questa conclusione dopo aver analizzato nel dettaglio l’attività cerebrale di un campione statistico pari a 100 soggetti, monitorando l’attività neuronale dei partecipanti al test durante differenti fasi della loro vita e mettendo infine in relazione i dati relativi ad ogni partecipante al test, con l’intento di stabilire l’esistenza di un principio universale.

Ogniqualvolta sosteniamo di essere innamorati, nel nostro cervello si attivano 12 diverse aree legate alla produzione di ossitocina, dopamina, vasopressina e altri neurotrasmettitori in grado di produrre nel nostro organismo quella sensazione di eccitazione, gratificazione e ricompensa suscitata dal complesso dei sentimenti amorosi, di modo che l’emozione in questione risulta ampiamente tracciabile.

Se avete dei dubbi sui vostri sentimenti o quelli del partner basterà un semplice esame!

di Eliana Avolio