Strappare i capelli aiuta la ricrescita

Avrei detto esattamente il contrario, eppure un recente studio condotto dai ricercatori della University of Southern California di Los Angeles ha dimostrato che strappare i capelli in determinate zone consentirebbe di farne crescere una quantità fino a 6 volte maggiore. Durante l’esperimento, gli scienziati hanno utilizzato una tecnica per staccare, uno a uno, 200 follicoli piliferi dalla schiena di un topo. Ciò che è emerso è che strappare selettivamente dei peli, ha determinato una maggiore ricrescita.

164006814cropped
Una soluzione alla calvizie?

 

In pratica le cellule dei follicoli danneggiati dalla rimozione di determinati capelli producono delle molecole, che a loro volta favoriscono la produzione di nuovi capelli.
E’ come se i capelli comunicassero tra di loro.

Infatti le cellule inviano informazioni ai follicoli circa la necessità di produrre altri capelli.
E’ stato notato che la rimozione di 200 peli, in un raggio ben definito e localizzato in pochi millimetri, ha prodotto una ricrescita pari a 6 volte dei peli rimossi.
Quando la rimozione è stata effettuata in una zona più ampia, non si è verificata la stessa reazione.
Ciò significa che se i follicoli sono troppo lontani tra di loro non riescono a comunicare, e non possono inviare informazioni che stimolano la ricrescita.
Anche se l’esperimento è stato effettuato sui topi, i ricercatori sono convinti che questa scoperta può essere applicata anche agli uomini che soffrono di calvizie e di alopecia.

di Eliana Avolio