5 disturbi imbarazzanti che non hai se in ufficio non ci vai

Quando si passa la maggior parte della giornata davanti ad un computer, si ha come l’impressione di essere in Matrix, quasi si riesce a vedere il codice, la mente è proiettata verso un universo parallelo e a volte si fatica a tornare alla “realtà”. È un po’ come entrare in una bolla interattiva e ci si ritrova quasi a ringraziare Mark Zuckerberg per aver inventato un social che permette di diminuire il contatto fisico pur mantenendo legami con persone a lontane.

Tutto questo però ha delle ripercussioni psicofisiche che potrebbero non essere da subito ricondotte al lavoro, ma che in realtà partono tutte dai bit e dai byte che ora dopo ora scorrono davanti agli occhi di tutti.

5 disturbi imbarazzanti che non hai se in ufficio non ci vai
5 disturbi imbarazzanti che non hai se in ufficio non ci vai

Gastriti, sfoghi epidermici, attacchi di panico pre-presentazioni aziendali, crisi isteriche da report conclusivi dell’attività portata avanti per 10 mesi e che ha coinvolto 50 persone differenti…

5 disturbi imbarazzanti che non hai se in ufficio non ci vai
5 disturbi imbarazzanti che non hai se in ufficio non ci vai

Ci si può dopare con tutte le sostanze potenzialmente utili: guaranà, ginko biloba, pappa reale, ma non si può sfuggire al blackout fisico e all’hangover digitale.

Generazione #foreveronline.

Abbiamo individuato 5 sintomi da sovraccarico lavorativo

1. Aria nella pancia

Primario sintomo di uno stress avanzato, speciamente se somatizzate a livello intestinale.
Se dovesse scapparvi una puzzetta, come vi comportereste? Fareste finta di niente o dareste la colpa al vostro collega maschio?

2. Gastrite

Se sono più le volte che ti dicono Prosit che Buongiorno, se non uscite mai senza un flacone o compressa di Maalox nella borsa, se il nome del vostro fedele compagno di vita inizia per Gavi e finisce per Scon o Rio e Pan… Benvenuti nel team “soffro lo stress”

3. Dermatite

La tensione c’è chi la scarica nello stomaco, chi nell’intestino chi invece viene assalito dalla dermatite, orrore di tutte le donne ma scusa buonissima per correre a comprare mille mila creme e maschere per combatterla, guardiamo il lato positivo delle cose!

4. Tosse stizzosa

Inizia poco dopo le 13:45, specialmente dopo pranzo, in quel limbo di tempo che vi separa dalla ripresa lavorativa all’uscita dall’ufficio e continua fino a quando non tornate a casa e vi godete una tazza di latte e whisky, più whisky che latte per concludere la giornata!

5. Collo e spalle bloccate

Se prima di entrare in una riunione importante i colleghi passano e ti sfiorano la schiena, non è per un segno d’affetto, ma probabilmente la tua posizione ricurva gli ricorda Igor “Gobba quale gobba!”

Ma tutte le storie più inquietanti legate al mondo del lavoro hanno un lieto fine, scopritelo in questo video!

di Alessia Mariani