Tendenze trucco primavera-estate 2012: Nude Look e colori dei fiori

La primavera è arrivata già da un po’ anche se gli sbalzi di temperature e la pioggia non promettono nulla di buono e il sole tarda ad arrivare. Nonostante tutto il cambio di stagione l’ho fatto e mi sento totalmente proiettata verso le temperature estive almeno col pensiero… e quindi quale migliore occasione di parlarti delle nuove tendenze trucco di questa stagione!
La sensazione che ho avuto guardando le foto delle sfilate è che il make up trend di questa primavera-estate 2012 si ispira alla freschezza.

Partiamo dall'incarnato

Mi raccomando la cura della pelle: devi idratarla e detergerla quotidianamente ed effettuare una pulizia più profonda con scrub e maschere ogni 15-20 giorni. Solo così potrai avere una pelle perfetta!
Il prodotto make-up più importante a mio avviso è assolutamente il fondotinta e va scelto con la dovuta attenzione! Meglio fluido che compatto: uniforma il viso senza appesantire, e con un finish leggermente satinato niente effetto opacizzante stile bambola di porcellana!
Un tocco leggero di cipria trasparente effetto satinato e poi via con l’illuminante a risaltare i punti luce del viso: gli zigomi fino alle tempie, l’arcata sopraccigliare e il mento.

Sulle guance un tocco di blush color pesca chiaro, meglio ancora se in crema o mousse.

Gli occhi

Gli ombretti proposti per questa stagione si ispirano al colore dei fiori, in particolare ai toni del viola pastello ma anche al verde dei prati con delle tonalità dorate e cangianti, toni terrosi e ambrati in contrasto con turchesi profondissimi. La consistenza è leggera, quasi “trasparente”, per un look più fresco.
A completare il tutto c’è sempre il mascara che allunga lo sguardo mettendo ancor più in risalto gli occhi.

Le labbra

Niente di più sensuale di una bocca rosa, pronta da baciare! Il must di quest’anno sono proprio le labbra rosate: via libera ai gloss più “polposi” e brillanti, come il fucsia e il ciclamino, ma anche il rosa opaco.
Il color carne è sempre di moda, così come il rosa antico, ma sempre considerando che il gioco opaco-lucido è da adattare alla grandezza e alla carnosità delle labbra.

di Eliana Avolio