Yoga: tutte le sue discipline

Articolo scritto da Aurora del blog AurorainDublin.

Lo yoga e’ una disciplina, proveniente dall’India antica: la sua parola in sanscrito vuol dire unione, in particolare quella tra il corpo, mente e spirito.
Diversi sono i motivi che ci spingono ad avvicinarci a questa complessa nonche’ affascinante disciplina.
Perdere peso, smettere di fumare, combattere il mal di schiena o lo stress, sono solo alcuni dei motivi che ci spingono a praticare lo yoga, che per alcuni, oltre ad essere uno sport, diventa, una vera e propria filosofia di vita.

Nel corso degli anni si sono affermati diversi tipi di yoga, che hanno poi portato allo sviluppo di diverse posizioni e posture, chiamate asana.
Nonostante le differenze degli asana, i vari tipi di yoga, mantengono, pero’, gli stessi principi di base della diciplina, che appunto ne sono il cuore.
Ma scopriamo quali sono le varie discipline dello yoga, i principi che le caratterizzano e i loro benefici.

1. Anusara Yoga

Anusara Yoga
Anusara Yoga

Anusara è un termine di origine sanscrita che significa ”fluire con grazia, seguire il cuore”.
Infatti, questo tipo di yoga, combinando le pratiche energiche dello Hatha Yoga, rivolge, la sua l’attenzione all’ apertura del cuore e al rapporto che si ha con esso.
Ad ogni lezione, vengono proposti temi su cui riflettere: la sequenza delle posizioni, che sono più di 250, non e’ prefissata, e permettono, in sintonia con il respiro, di mettersi in contatto con la parte più profonda di ciascuno di noi.

Oltre a lavorare sul piano fisico, questo tipo di yoga, ci permette di contribuire alla nostra salute psichica, infatti apporta grandi benefici nei casi di depressione, insonnia ed ansia.
Questo tipo di yoga si rivela ottimale per chi vuole raggiungere una salute psico-fisica totale, o ha bisogno di ritrovare la propria autostima.

2. Ashtanga Yoga

Ashtanga Yoga
Ashtanga Yoga

La parola “Ashtanga” significa letteralmente “otto passi” ed e’ una pratica molto dinamica ed impegnativa, regolata dal ritmo del respiro che lega una posizione alla successiva.
La respirazione viene mantenuta per tutta l’esecuzione degli asana, rivolti, in particolare, a riallineare la colonna vertebrale e a purificare il sistema nervoso.

Lo Ashtanga Yoga, oltre, ad eliminare le tossine, favorisce l’elasticita’ dei muscoli e dei tendini e migliora la capacita’ di ascolto del proprio corpo: non è sempre adatto a principianti ma e’ perfetto per chi ama le attività intense, e piace sudare!

3. Bikram Yoga

Bikram Yoga
Bikram Yoga

Questo stile di yoga è anche conosciuto come Hot yoga, per via dell’alta temperatura della stanza in cui si pratica (normalmente tra i 35 e 40 gradi).
Il sudore espulso, per la pratica, ma sopratutto per la temperatura, favorisce, l’eliminazione delle tossine.
Si pratica con 26 posizioni sempre in sequenza, e i tipi di respirazioni principali sono due.
Se praticato con costanza, il Bikram Yoga portera’ a un miglioramento della respirazione, della qualità del sonno, e al rallentamento del processo di invecchiamento delle cellule.
Ottimo per chi cerca di prevenire il mal di schiena e i dolori cervicali.

4. Hatha Yoga

Hatha Yoga
Hatha Yoga

Puo’ essere tradotto come yoga della forza ed e’ la corrente piu’ conosciuta dagli occidentali.
Questo tipo di yoga unisce molto bene le tecniche respiratorie con gli asana, in un fluire armonico di sequenze, che pero’ sono abbastanza difficili e richiedono un grande sforzo per essere eseguite.
Il principio di base di questo yoga, e’ proprio lo sforzo: attraverso quest’ ultimo, infatti, l’uomo puo’ oltrepassare i propri limiti e fondersi con l’ assoluto.
Lo Hatha Yoga agisce in particolare sul piano fisico, apportando benefici, alla colonna vertebrale, ai muscoli, ai tendini.
Ideale, per chi volesse prevenire il mal di schiena o per chiunque avesse problemi di scoliosi.

5. Iyengar Yoga

Iyengar Yoga
Iyengar Yoga

Prende il nome del suo ideatore, il maestro Iyengar.
Questo tipo di yoga presta molta attenzione alla tecnica, all’allineamento e alla profonda comprensione di ogni singola posizione.
E’ basato sull’ esecuzione di più di 200 posizioni dello yoga classico e 14 tipi di tecniche respiratorie.
La particolarità di questo yoga è quella di servirsi di strumenti per facilitare la corretta esecuzione delle posizioni e permettere a tutti di praticarle: mattoncini, sedie, corde, cuscini, blocchetti di legno, sono solo alcuni degli strumenti utilizzati per pratica dello Iyengar Yoga.
Con la pratica dell’Iyengar yoga si ottengono benefici al livello di stabilità delle articolazioni, armonia e forza dei muscoli.
E’ molto indicato per gli sportivi, in particolare a chi pratica, la corsa, regolarmente.

di Redazione