5 tipi da evitare se volete limonare

 

Siamo nel bel mezzo della settimana.
Il mercoledì mia mamma già inizia a sentirsi felice perché la settimana volge al termine, anche se siamo a metà giusta, e ancora i postumi da incazzatura per l’esistenza del lunedì a me attanagliano…
Comunque, se vogliamo vederla ottimisticamente, possiamo dire che ci avviciniamo al weekend e sentirci pieni di buoni propositi, aspettative galoppanti, e soddisfazioni pindariche.

 

Sì, perché il weekend scorso magari non è stato granché…
Magari vi eravate messe in testa di trovare il grande amore e non l’avete trovato…
Magari volevate essere spalpognate, visto il numero spropositato di squat, fatti col personal trainer…
Magari vi sareste accontentate di un limone dato come Dio comanda…
… invece niente, niente di niente di niente!

Son soddisfazioni eh?

Vi mettete in tiro come se non ci fosse un domani, sopportando il freddo impietoso con minigonne giro-passera, accettando che i piedi vi sanguinino stretti in scarpe bellissime e scomodissime, e strizzandovi le tette in push up, che manco Pamela Anderson e non portate a casa che la vostra tristezza recondita!

Sappilo, stai sbagliando qualcosa!

E ok, forse c’eri già arrivata da sola, che ci fosse qualcosina che non quadrava, però se non sei giustamente indirizzata, rischi di perdere ancora tempo e occasioni!

Eccomi qui, io regina del limone selvaggio, pronta a elargire i miei preziosi consigli, così da farti vivere delle (brevissime) storie di papille gustative, evitando i personaggi meno adatti a essere preda delle nostre lingue!

1- EVITA IL RE DELLA SERATA

oggettivamente il tronista è figo... ma limona meglio uno meno bello, vah...
Oggettivamente il tronista è figo, ma limona meglio uno meno bello, va’…

Avete presente quei fanciulli con la pettinatura ultimissimo grido, con un’attenzione al ciuffo pari a quello dell’intera campagna L’Oreal; quelli che passano ore e ore e ore e ore e ci mettono più tempo di te, prima di uscire? Ecco, questi ragazzi si aspettano di essere mirati e rimirati, manco fossero la Guernica di Picasso! Ergo, la loro qualità nel limonare è pari alla capacità di sintesi di Marzullo e il loro interesse per voi sincero come il messaggio del PR che il giorno prima dell’evento vi chiede come state. Evitatelo, evitatelo come la peste!

2 – EVITA IL PALESTRATO

...uno che mentre limoniamo mi fa fare russian twist? anche no...
Uno che mentre limoniamo mi fa fare russian twist? Anche no…

Non per rifocillare un vecchio luogo comune che vuole i frequentatori di palestra decerebrati come pochi, ma sappiatelo da una che in palestra ci lavora: c’è tipo e tipo. Se vi trovate di fronte a 90 kg di muscoli, stretti in una camicia a mezze maniche taglia XS, siete sulla giusta strada per mettere il veto. Per tantissime buone ragioni: è probabile che a metà del bacio, considerandolo attività fisica, lui ingurgiti proteine, è altresì possibile che abbia anche le labbra particolarmente muscolose e che vi procuri una slogatura mascellare, è quasi certo che, nell’atto di baciarvi, ingurgiti saliva che trattiene calorie, che devono essere smaltite immediatamente… Evitate ragazze, date retta a me!

3- EVITA IL BARMAN

...limone + cocktail = love
Limone + cocktail = love

Lo so, è figo. E anche se non è figo, è figo lo stesso, per il complesso da “animatore di villaggio”, che accompagna tutte quelle professioni dove lui è sotto le luci dei riflettori. So che vorresti limonarlo. Lo so benissimo, perché solo io so quanti ne ho limonati, ma c’è un ma, tesoro: sei abbastanza forte da limonare un barman? No, perché, esattamente come accade con l’animatore di villaggio turistico, il giovane in questione ci sa fare, eccome!

E avrà la faccia tosta di imbonirti con belle, bellissime parole, del genere che tu sei l’unica donna per lui. Siccome siamo donne, ergo delle perfette imbecilli, potremmo arrivare a crederci. E se per sbaglio, tornate nel locale la settimana dopo e sta tacchinando di bestia con una sgallettata… La sopportate sta cosa qui?! Solo per stomaci forti e per personalità veramente emancipate!

4- EVITA LO SCIACALLO

...non fatevi intenerire da quell'espressione innocente...
Non fatevi intenerire da quell’espressione innocente…

Quando la luce della dancefloor si fa psichedelica e la musica pompa nelle casse, scende in pista lo sciacallo e non ce n’è per nessuna! La sua caccia è inesorabile, sormontata da una sicurezza di se e da una conoscenza della preda, che solo Alberto Angela può eguagliare. Solitamente è un tipetto anonimo, vestito con cura, ma senza eccesso, ballucchia, ma non è Tony Manero e ha perennemente un sorriso ambiguo che gli aleggia sul faccino.

Il suo porto è qualsiasi essere vivente dotato di vagina e la sua nave sa bene come attraccare: se avete bevuto un cocktail di troppo e ve lo si legge in faccia, state pur certe che sarete nella sua top! Potreste limonarlo? Certo che sì! Conviene? Assolutamente no… Perché lo sciacallo non si accontenta di due bacetti umidi in pista, ma vi spronerà a fare cose delle quali potreste pentirvi amarissimamente e nessun bacio ben dato vale uno schiaffo morale che si protragga per giorni!

5- EVITA IL POTENZIALE STALKER

 ...no, non tutti gli stalker che ci inseguono dai tempi dell'asilo, sono carini come seth Cohen... sapevatelo!
No, non tutti gli stalker che ci inseguono dai tempi dell’asilo sono carini come seth Cohen… sapevatelo!

Siete belle, bellissime, irresistibili e ve lo dimostra quel ragazzo, magari ragazzino giovane, che non ha occhi che per voi e che per tutta sera non vi ha tolto gli occhi di dosso? Effettivamente, a esserne estremamente lusingate è un attimo, però fate tanta, ma tanta attenzione! Soprattutto se vi interessa solo portarvi a casa il vostro sacrosantissimo limone e buona notte ai suonatori! Sì, perché con certi uomini si tratta di dover venire a patti con il loro appiccicarsi come cozze!

Perché, udite udite, NON SOLO LE DONNE SI PRENDONO SOLO CON UN BACIO! O almeno così mi hanno detto, a me solitamente succede il contrario, ma questi sono dettagli! Diffidare da chi si innamora con un bacio, anche se caliente come Gomez che sente parlare francese Mortisia…

di Alice Nember