Essere moglie è meglio!

 

Facciamoci un po’ di cacchiacci miei, vi va?
Bene, ecco, sabato sera ero a cena con mio marito e altre due coppie; evento più unico che raro, perché noi non si è tanto tipi da cenette tra coppie che si lamentano vicendevolmente delle disadattezze (ho coniugato un nuovo sostantivo… ammiratemi!) del partner, preferendo uscite ignoranti in compagnia…

… e abbiamo trent’anni…

Va beh, dicevo che siamo usciti con due coppie e io mi sono incredibilmente divertita nell’avere a che fare con due donzelle che convivono da anni immemori, con i loro storici fidanzati.
Parlando, mangiando e ridendo come tre piccole iene che mettono in luce gli aspetti più nefasti dei propri compari di vita, mi sono resa conto che l’amore è una cosa spaziale!

E’ meraviglioso appurare che donzelle, che non sono più ragazzine di primo pelo e che stanno con i loro fidanzatini da decenni, riescano ancora a ricordare per filo e per segno le prime volte: dal primo incontro, al primo appuntamento, passando per la prima litigata e le prime impressioni.

Anche se io sono romantica come Grimilde, trovo bellissimo che, sebbene gli anni passino, gli occhi a cuore restano.

Ma un terribile monito a forma di antifurto incessantemente strillante mi si è acceso nella testa… vuoi vedere che queste sono ancora così innamoratose, perché non hanno una fede all’anulare?!

Il matrimonio come coronamento massimo del sentimento o come tomba del vero amore?!
Le coppie sposate scoppiano, quelle che scelgono un legame meno tradizionale resistono agli urti del tempo?

Per una rara Sarah Jessica Parker, da 22 anni con Matthew Broderik, ci sono migliaia di Vanessa Paradise e Johnny Depp, dopotutto…

… quindi forse la convivenza è l’unica via per continuare ad amare ed essere amati…

Guardate Claudia Pandolfi e Sabrina Ferilli, che hanno convissuto per anni, poi si sono sposate e il loro idillio si è spezzato pesantemente…

Che sarà stato? Un anello malconcio? La prima ruga in concomitanza con il sì?
Mah… Sarà che forse è meglio restare liberi nel rapporto… insomma impegnati… ma non troppo!
Mumble Mumble
Cosa fare?
Come agire per rimanere innamorati?

Riflettendoci sopra, perdendoci il sonno e l’appetito, alla fine, ho deciso di perorare la sfigata causa degli sposati!
Sì.
Sono sposata, felice, soddisfatta e ho ottimi motivi da condividere per convincere i riottosi…

1- TUTTI VOGLIONO ESSERE SPOSATI

Vi dichiaro “marito e marito”

Le serissime rimostranze delle coppie omosessuali per essere riconosciute serviranno pure a qualcosa no?! Cioè, non esiste che gli eterosessuali vogliano limitarsi alla convivenza, dal momento che, a coloro i quali non è concesso il matrimonio, non desiderano altro!

2- LA RIBELLIONE CE L’ABBIAMO NEL DNA

Oggi è una scelta incredibilmente coraggiosa e contro-tendenza dire sì. Accettare di vivere sempre e solo con quella persona; riconoscere, scegliere e fermare la persona della nostra vita, in un contratto di romanticismo, impegno e fiducia. Sembrano tutte cose che fanno paura, e probabilissimamente lo sono, ma la vera verità è che è anche la scelta più temeraria che una persona possa fare… E mi piace pensare che sia un po’ più cazzuto chi la fa! … e un po’ più cazzone, chi se la nega.

3- OGNI DONNA MERITA DI VEDERSI CON L’ABITO DA SPOSA

Invidiatissima Kate con tanto di invidiatissimo abito bianco…

C’è un momento, nella vita di qualunque donna, anche in quella delle Malefica come la sottoscritta, in cui ci sentiamo legittimamente bellissimissime… E’ il momento in cui indossiamo l’abito da sposa giusto, quello che ci fa sentire le creature più belle e soavi che abbiano mai messo piede in terra. Non c’è abito lungo che possa sostituire quello da sposa… Non c’è mise che ci faccia sentire altrettanto eteree e principesche… e tutte noi meritiamo quell’istante, quello in cui guardiamo lo specchio e ci sentiamo la versione più issssssima di noi stesse.

4- CI TRASFORMA

La convivenza è vista come il passo pre… ovvero quello che impegna… ma non troppo! Il matrimonio ha il potere di trasformare ragazze che si sentono Miranda Priestly in Marge Simpson… e la cosa non è poi tanto male! Cucinare per qualcuno, aspettare che lui torni a casa, scoprire che lavare le mutande altrui non è la cosa peggiore che possa capitare, pensare al plurale… beh, sono tutte cose che alla fin della fine hanno il loro peso!

Marge casalinga tutt'altro che disperata!
Marge casalinga tutt’altro che disperata!

5- AVREMO UN OTTIMO MOTIVO PER FARE IL VIAGGIO DELLA VITA

Due settimane all inclusive alle Maldive, il coast to coast americano, un tour completo delle più belle capitali europee, un safari in Kenya, un resort nelle Antille… quando mai vi capiterà occasione di fare un viaggione di questa entità? E per lo più offerto dai gentili invitati alle nozze, con tutte le probabilità!

6- SIAMO LA TATOO GENERATION

… che cosa significa questo? Che la paura del “per sempre” l’abbiamo superata da un bel po’…

 

di Alice Nember