FISCHIO DI INIZIO! Il campionato è ricominciato

 

Nel gennaio del 1962, Rita Pavone rese giustizia a tutte le donne del futuro!
Antesignana come nessuna, la Gian Burrasca della musica italiana, fisico mignon e voce magnum, ha cantato “La partita di pallone“, classico storico, che bacchettava gli ometti, rei di abbandonare le proprie donnine ogni domenica, pur di non perdersi le gesta degli 11 in campo.

La partita di pallone-Amore twist (Canada)
Rita Pavone – La partita di pallone

Il calcio.
La croce e la delizia del popolo italico; perché, se da una parte ci sono i maschietti, capaci di smuovere mari e monti pur di un calcio di rigore assegnato e di un fuori-gioco punito, dall’altra ci sono le gentili donzelle, obbligate ad almeno 90 minuti di torture e di campi verdi, di smaronamenti e di grida volte all’ingiustizia divina, quella di un uomo solo, l’ARBITRO!

arbitro1
Stefano Accorsi nel ruolo dell’arbitro

Perché ve ne parlo proprio oggi, proprio di lunedì, che già di per sé è una giornata di cacca?

Perché la settimana scorsa, già molte di voi hanno dovuto subire il rientro al lavoro, non potevo essere tanto crudele da subissarvi anche con la ripresa del campionato… ma… ragazze, sabato scorso, sono ricominciate le partite di serie A!

Mettetevi l’anima in pace amiche mie: vi aspettano mesi e mesi di falli, corner, calcio-mercato, ultrà, fischi d’inizio, tempi supplementari e molto altro ancora…

Hate-Monday-Quotes-10
Io odio il lunedì!

Non capirete perché piangeranno di fronte alla partita di abbandono di Caio, non si infrangeranno i vostri sogni se nel derby non vincerete, non avrete il malumore per tutta la settimana se in contropiede subirete la sconfitta… ma vedrete i vostri uomini provare tutte queste emozioni, statene certe.

 

 

 

keanu_and_the_world_cup
Tifosi…

E, giusto per non farci mancare proprio niente – niente, sappiate che, a differenza di ciò che accadeva ai tempi di Rita, noi non avremo questa rottura di rotule solo la domenica, ma anche nell’anticipo di sabato e nel posticipo della domenica, senza contare le infrasettimanali, le coppe e i recuperi…

Converrebbe trasferirsi su un eremo effettivamente…
… ma dato che c’è sempre una luce in fondo al tunnel, vi regalerò almeno 5 buoni motivi per amare il calcio… non ci credete?

Provate a leggere qui sotto.

* PIU’ TEMPO PER TE : ok, lui guarda sempre la sua squadra, con una solerzia che manco Barbara D’Urso per le tragedie, però tu non è che sei obbligata a seguire questa sua crociata, no?
Quindi, ti puoi concedere tempo e spazio per te stessa, un aperitivo o una pizza fissa settimanale, la visione di un film che non sai quando andare a vedere, una scadenzata e fissa programmazione del lavoro… tutto quello che voi!

le donne e il calcio
Il Junk Food e le birre

* IL JUNK FOOD e LE BIRRE : prima o durante le partite è ASSOLUTISSIMAMENTISSIMAMENTE vietato mangiare sano. Dicono porti proprio male alla squadra del cuore. Ergo, armatevi di hamburger di almeno 3 piani, fette di pizza col più possibile sopra, patatine rigonfie di grassi idrogentati e annaffiate il tutto con litri e litri e litri di birrozze fresche e invitanti. Avvertenza, se la squadra dovesse vincere, vi tocca questo menù ogni settimana…

* IL RICATTO INTRINSECO : vi obbliga a vedere il match settimanale, come in un appuntamento fisso? Benissimo, allora è in debito con voi! Potete chiedergli di fare quello che volete e avere in cambio qualsiasi shopping tour del mondo! Punto e basta!

cristiano ronaldo potencia
Il fascino del calciatore

* IL FASCINO DEL CALCIATORE : vi siete mai accorte che, durante le partite, potete sbavare dietro ad almeno 2 delle 46 gambe che scorrazzano in campo, coperte solo da pantaloncini stretti e corti, con quei quadricipiti guizzanti e quei glutei marmorei, che solo giorni e giorni di allenamento, possono assicurare!? Ecco, fateci caso…

* I VANTAGGI DELLA VITTORIA : se la sua squadra perde è di umore pessimo… ma se vince… eh beh, se vince, vuol dire che tu puoi festeggiare con lui… e le coccole post vittoria fanno goal!

 

 

di Alice Nember