Il Verde non è semplicemente "Verde"

 

I ricordi sono una parte imprescindibile della vita di ognuno di noi. Sono presenti fin da bambini e ci accompagnano nel corso della vita, accumulandosi e miscelandosi nella nostra mente, in un mix and match naturale e imprescindibile. Così ci si trova ad assorbire elementi della nostra vita e a volte basta davvero poco a far riaffiorare nella nostra mente un’emozione, un momento di vita vissuta, nel bene o nel male.

Un profumo, un sapore, un odore… e la mente parte, viaggia… riemergono dal nulla immagini legate a momenti ormai passati. I colori sono ciò che più riescono a scaturire in me tale processo. Una sfumatura, una tonalità e i ricordi riaffiorano come pennellate su una tela bianca. Spesso mi trovo a ricordare ciò che indossavo e il luogo in cui mi trovavo. Il colore che ha accompagnato quest’ultimo anno, è senza dubbio il verde.

Spesso si tende ad unificare sotto un’unica gamma cromatica centinaia di declinazioni dello stesso. Ma posso affermare che ciò che chiamiamo verde non è soltanto banalmente “verde”. E’ il colore della vegetazione, delle piante. Rappresenta l’invidia, il denaro, la fortuna e la giovinezza. Un colore vivo, vivace.

Le declinazioni sono infinite, partendo dalle tonalità più acide come il lime, fino a quelle più avvolgenti come il petrol. Sono certa che nei vostri armadi sono presenti molti più capi verdi di quanti immaginiate. Riflettiamo. Ultimamente è stato molto visto in giro, soprattutto nel settore del fashion. Lo scorso anno non è riuscito a strappare il podio alla calda tonalità Tangerine Tango, classificandosi secondo. Il Verde Menta si è posato delicatamente su tessuti fluttuanti ed evanescenti o su filati di cotone. Un tono delicato che avrà di certo ancora lunga vita la prossima stagione se abbinato ai colori pastello o alle tonalità più neutre come il crema o rinfrescando un look total white.

Impossibile non menzionare a questo punto il military. Anche se ne abbiamo piene le tasche (e gli armadi!), è stato e sarà ancora ben presente come tendenza affiancato da tanto, troppo camouflage e sbrilluccicanti borchie. Giusto per rasserenare chi su questo colore ci ha fatto dei veri e propri investimenti, ma direi che è il caso di andare avanti e lasciar perdere le combinazioni ormai obsolete che lo vedevano andare a braccetto con le tonalità evidenziatore.

17-5641 sono i numeri che stiamo leggendo un po’ ovunque. Corrispondono al codice Pantone che quest’anno troveremo ovunque, tra i lacci delle nostre scarpe, un cuscino su un divano, un logo di una pubblicità… Tutto ma proprio tutto verrà irradiato da un bagliore Emerald.

di Ylenia