10 cose da sapere prima di comprare una mozzarella

La mozzarella piace a tutti, ai grandi e ai piccini. Se poi è di alta qualità, realizzata con materie prime di eccellenza e seconda la tradizione del nostro paese, allora il vostro palato vi ringrazierà di sicuro. Ma siamo sicuri di portare sempre sulle nostre tavole la mozzarella giusta per noi? In occasione della Fiera del Levante di Bari e di Agrilevante, è stato stilato il Manifesto della mozzarella, che indica 10 cose da tenere in considerazione prima di acquistare una mozzarella: buono a sapersi!

1. Per la mozzarella artigianale ci vogliono 4 ore di manodopera in più rispetto a quella industriale.
2. Il caglio presente serve solo a coagulare, quindi non incide molto sulla preparazione.

3. Le mozzarelle si fanno solo da latte crudo. Questo dice la tradizione.
4. I formaggi a pasta filata si ottengono con l’acidificazione, che a livello industriale si fa per via chimica, mentre se la mozzarella è artigianale si usa la fermentazione.

5. Se si usa la chimica, si usa un prodotto a base di acido citrico. Quello con fermentazione dura di più, ma in etichetta non viene indicato quale trattamento è stato utilizzato.
6. La cagliata può essere conservata e non fresca o importata: in etichetta l’acidificante dovrebbe essere presente, ma non sempre è così.

7. Non è detto che se la mozzarella è prodotta da un caseificio piccolo vuol dire che non è industriale.
8. La mozzarella artigianale ha l’80% di lattosio in meno ed è più digeribile.

9. Dovremmo sapere se il latte arriva da vacche al pascolo o in stalla, la differenza del sapore è notevole.
10. Servono 10 litri di latte per produrre un chilo di mozzarella: e allora come fanno a venderla a 4.50 euro al chilo?

Fonte: Liberoquotidiano

di Redazione