10 curiosità culinarie da Taste of Roma 2016

 

Quali saranno le curiosità che porteremo a tavola nei prossimi mesi? Ce lo svela la quinta edizione di “Taste of Roma“, che si è svolta nei giorni scorsi nella Città Eterna, presso l’Auditorium Parco della Musica. 13 grandi chef della ristorazione romana ci hanno regalato una serie di piatti davvero molto particolari, che potremo assaporare nei prossimi mesi. Siete pronti a viaggiare tra gusti insoliti e ingredienti nuovi, per portare a tavola piatti unici che lasceranno a bocca aperta i vostri ospiti? O che potrete assaporare nei rispettivi ristoranti di appartenenza!

Ceviche di ricciola
Ceviche di ricciola

1. Il ceviche di ricciola di Roy Caceres, con il lulo che sostituisce il lime (è tipico della Colombia).

2. Piccione con camomilla, borragine e fondo con frutti rossi di Andrea Fusco, al ristorante stellato “Giuda Ballerino!”.

3. Storione fresco al Rossini di Stefano Marzetti, che si ispira al famoso cocktail usando tzatziki, spugne di alghe e un lingotto di caviale.

Trippa di rana pescatrice
Trippa di rana pescatrice

4. Trippa di rana pescatrice, spuma di pecorino, olio alla menta, bollito in tre brodi diversi: lo propone Giulio Terrinoni del ristorante “Per me”.

5. Tiramisù in tubetto, dolce take away ideato da Andrea Fusco.

6. Grappa alle mele verdi spray, che viene spruzzata su un dolce ideato da Heinz Beck.

7. I Quasi Macaron, che mescolano a crudo i lamponi con il patè di fegato d’anatra, secondo l’idea di Angelo Troiani.

8. Another green world, crema di zucchine, polvere di chips, robiola, olive e marmellata di limoni, idea di Massimo Viglietti per l’Enoteca al Parlamento.

Finger lime
Finger lime

9. Il limone caviale o finger lime: è perfetto su cruditè di pesce e verdure, ma anche nei cocktail, con la cioccolata fondente o per guarnire il piatto. E’ prodotto da Agricirce.

10. Torpedino, pomodoro della pianura di Fondi, Latina, che ha accompagnato la presentazione del film “Il grande sogno” all’ultimo Festival di Venezia.

di Redazione