10 segreti per preparare l’insalata di riso estiva

L’insalata di riso o la ami o la odi, ma chi non adora mangiarla forse è solo perché non ha mai trovato la combinazione perfetta per servirla in tavola. Innanzitutto partiamo da un riso di qualità, che possa andare bene per questo tipo di preparazione, e poi non esagerare mai con gli ingredienti, che devono essere di primissima qualità. Non basta aprire una scatoletta e condire così il riso che abbiamo cotto e fatto raffreddare, ci vuole una cura più attenta per rendere il sapore unico e indimenticabile.

1. Per fare una perfetta insalata di riso dovete usare una qualità a chicco fine: va bene il parboiled, ma anche l’arborio. Il riso nero e il riso basmati danno un tocco unico al nostro piatto.
2. Fatelo cuocere per il tempo necessario in abbondante acqua salata, non fatelo scuocere. E passatelo subito sotto l’acqua fredda per poter fermare la cottura.

3. Condite subito il riso freddo con dell’olio di oliva extravergine di qualità: non usate altri oli e non usate la maionese, perché i chicchi si appiccicano troppo.
4. Combinate bene gli ingredienti, che andranno tagliati in pezzi piccoli, così da gustare in un un’unica forchettata tutti i sapori.

5. Le verdure sono perfette, ovviamente possiamo decidere se inserirle a crudo o cotte, dipende dal sapore che amiamo di più.
6. Possiamo usare anche semi, germogli e persino frutta, ma attenzione a non esagerare.

7. Sì anche al pesce, come il tonno, i gamberetti, seppie: ovviamente questi ultimi vanno cotti prima.
8. Anche i formaggi e la carne (come ad esempio wurstel o prosciutto o mortadella a cubetti) sono perfetti, considerate che aumentano un po’ il carico dell’insalata.

9. L’insalata di riso si può preparare anche la sera prima, l’importante è conservarla in contenitori ben chiusi.
10. Prima di mangiarla, tiratela fuori una mezz’oretta dal frigo e ripassatela con un filo di olio.

di Redazione