5 errori da evitare durante la frittura

C’è una leggenda metropolitana che sostiene che qualsiasi cosa fritta diventi buona, anche la suola delle scarpe. Forse è vero, ma molto dipende anche da come viene fatta la frittura. In questo periodo fra Natale, Capodanno e la Befana si frigge parecchio, ma siamo sicuri di farlo nel modo giusto? Non si tratta solo di mettere in padelle dell’olio e gettarci dentro qualsiasi cosa ci capiti a tiro, si tratta anche di azzeccare la padella, il calore di cottura, la quantità di olio da usare, il tipo di olio… ecco dunque 5 errori da non fare mai quando si frigge:

1) cibo bagnato: quando si frigge qualcosa di bagnato, soprattutto la verdura, ma anche la carne, bisogna assicurarsi che sia ben asciutta. Questo perché l’acqua o il liquido contenuto potrebbe abbassare la temperatura dell’olio di frittura, pregiudicando l’impanatura

Il fritto deve essere croccante, non molle, non unto e dorato
Il fritto deve essere croccante, non molle, non unto e dorato

2) padella: passiamo alla scelta della padella. Se avete la friggitrice non avete problemi, ma la maggior parte di noi non ce l’ha. Scegliete dunque una padella larga, bordi alti, ma bassa: ridurrà il rischio di bruciare accidentalmente l’olio

3) quantità di olio: quanto olio ci va per friggere? Il problema qui è che ogni volta che mettiamo qualcosa a friggere, progressivamente la temperatura calerà. Questo vuol dire che sin dalla partenza dobbiamo avere una quantità di olio tale adatta a tutto ciò che dovremo friggere, per evitare che la temperatura della frittura si abbassi troppo. Un litro d’olio potrebbe andare bene (ma dipende anche da quante cose dovete friggere)

4) a proposito di temperatura dell’olio: fatevi regalare per Natale un bel termometro da cucina, vi serve per riuscire a capire quale sia la giusta temperatura di frittura che vi permetterà di avere un fritto dorato e non bruciato. La temperatura deve essere sui 180 gradi: troppo alta e si brucerà la panatura lasciando l’interno crudo; troppo bassa e il fritto sarà molle e zeppo di olio

5) asciugate il fritto: dopo aver fritto, appoggiate la frittura sulla carta assorbente per eliminare l’olio in eccesso. Però non cedete alla tentazione di coprire il fritto per tenerlo a caldo: si inumidisce troppo e rimane meno croccante

di Laura Seri