5 falsi miti sul cibo sfatati da uno chef

Basta credere ai falsi miti legati all’alimentazione, a quelle bufale che non si sa da dove vengano, non si sa perché continuano a circolare e non si capisce perché non vengano abbandonate nonostante non ci siano fondamenti scientifici che possano avvalorare queste crisi. C’è uno chef che ha deciso di sbufalare tutti questi falsi miti, queste favole a cui crediamo e che in realtà non sono assolutamente vere. Siete pronti a scoprire, grazie ai nostri amici di Dissapore, i 5 falsi miti sul cibo ai quali non dobbiamo più credere?

Anthony Warner, lo chef arrabbiato, conosciuto per il suo blog “The Angry Chef”, non ha peli sulla lingua e ha deciso di smascherare tutte le bugie, pretese e stupidità del mondo del cibo”. Lo chef, conosciutissimo in Inghilterra perché non usa mezzi termini, ci dice finalmente le bufale alle quali smettere di credere.

Partiamo dalla dieta detox, che secondo lo chef può essere tradotta in “Sono due giorni che non mangio”: si perde peso velocemente, ma in un modo brutale che crea tossine. E pensare che noi seguiamo la dieta proprio per eliminarle quelle tossine: lo sapete che il nostro corpo le elimina naturalmente?

No anche alla dieta Paleo, a basso contenuto di carboidrati, che l’uomo ha sempre mangiato. Quindi perché eliminarli dalla nostra dieta? E poi sfatiamo il mito che il cibo fatto in casa è meglio, perché è un mangiare sano: non è vero, anche i cibi pronti possono essere comodi e salutari, basta solo scegliere quelli più sani e preparati meglio.

E ancora, lo zucchero è davvero tossico? No, non è vero: è fonte di energia ed è uno degli alimenti principali della nostra alimentazione.

Infine, la condanna dei piatti pronti, che di solito consumiamo perché abbiamo poco tempo per stare in cucina: se è fatto bene e a regola, ben vengano!

di Redazione