A tutto Bio!

Il settore del biologico è un settore che non conosce crisi in questo periodo: in tanti si sono spostati verso questo nuoco tipo di acquisto.

Una ricerca dice che 7 persone su 10 acquistano cibi bio. Questi sono dati diffusi oggi dal dossier “ Bio, benessere garantito” di AIAB, Coldiretti e Legambiente.

Quindi anche in un momento di crisi l’alimento Biologico, che comunque ha un costo leggermente maggiore, funziona bene.
Il costo maggiore è dato dal tipo di lavoro che sta dietro questa coltivazione: tempi di produzione più lenti e controlli più attenti, certificati di qualità.

cassette della frutta con prodotti biologici
cassette della frutta con prodotti biologici

Ma facciamo un passo indietro, prima di tutto: che cos’è un alimento biologico?

È un prodotto che non ha visto l’impiego di vari prodotti chimici durante la sua crescita e lavorazione.
Sono vietati in una coltivazione biologica: conservanti, diserbanti, insetticidi, funghicidi, coloranti etc.

Vede la luce nei primi anni 20 in Germania, da Rudolf Steiner, dove i suoi articolati studi su varie discipline portano la scoperta dell’agricoltura biodinamica.

mele biologiche
mele biologiche

Ma ancora esattamente cosa c’è, di diverso, tra un prodotto “normale” ed uno biologico?

L’alimento bio è più ricco di principi nutritivi e vitamine.
Un prodotto non bio magari a vedersi è più bello, se vedi una bella mela lucida e rossa sei portata a pensare che sia anche buona, ma non è così: per renderle tutte grandi uguali e belle sono stati usati dei prodotti che non fanno bene al nostro organismo.

Quindi molto meglio mangiare una mela non bellissima, ma che arriva direttamente da un’albero del contadino e che non ha avuto trattamenti particolari quindi genuina e ricca di principi nutrizionali che ci fanno bene. La nostra salute ci guadagnerà.

E voi, li utilizzate i prodotti biologici?

di Francesca Gonzales