Biscotti ripieni di marmellata per la colazione e la merenda

Come lo rompo il ghiaccio su Bigodino per il primo post? Con un dolce perché se l’uomo (e in questo caso la donna) è felice lo deve anche a ciò che mangia e nell’economia della gestione della felicità quotidiana il dolce non può mancare, che sia a colazione, a merenda o dopo cena.

Se come me fate parte della categoria delle donne-dolce, quelle cioè che non si trattengono neanche se vedono solo un granellino di zucchero dentro una ciotolina, ma allo stesso tempo non avete nè il tempo nè la voglia e volete comunque evitare di ricorrere alle merendine del supermercato la soluzione è un sola: i biscotti ripieni con la marmellata.

Sono semplicissimi da preparare, sono economici (bastano farina, zucchero, uova e marmellata!) e se avete bambini in giro per casa potete avvalervi del loro aiuto e consegnare loro la preparazione della merenda.

dsc_1283
Biscotti ripieni di marmellata

Sono declinabili in versione senza glutine per chi, come me, non mangia farine classiche ma con una sola accortezza in questo caso: siate pazienti e non vi innervosite se ci impiegate più tempo del necessario perché fa parte del gioco!

Ingredienti per circa 30 biscotti

Per la frolla

150 grammi di farina 00 (o mix di farine GF per dolci)
50 grammi di zucchero
75 grammi di burro freddo
1 uovo
un pizzico di sale
1 cucchiaino di estratto di vaniglia
1/2 cucchiaino di succo di limone
1/2 bustina di lievito (consultare il prontuario se celiaci)

Per il ripieno

Marmellata a piacere
zucchero a velo

Procedimento:

Per prima cosa dovete preparare la pasta frolla e il procedimento è lo stesso sia che usiate farina normale che farina senza glutine; se siete esperte vi renderete presto conto che questa ricetta non è standard ma un pochino rivisitata giusto per dare un pizzico di sapore in più alla base.

Mescolate la farina con lo zucchero e il lievito quindi praticate un buco all’interno del mix di farina e zucchero e versate all’interno l’estratto di vaniglia, il succo del limone e l’uovo; sbattete per bene i liquidi con una forchetta in modo che, amalgamandosi tra di loro, vadano piano piano ad inglobare anche la farina in maniera naturale.

Aggiungete il burro freddo tagliato a dadini e impastate con le mani o con un’impastatrice fino a quando gli ingredienti non si compattano per bene e si ottiene un impasto morbido e lavorabile.

A questo punto le strade si dividono: se state usando farina classica mettete la frolla a riposare in frigorifero per circa 30 minuti in modo tale che si raffreddi mentre se state lavorando con farina gluten free allora dovete usare subito la frolla che altrimenti tende a spaccarsi tutta e troppo se viene lasciata a riposo.

Pasta frolla
Pasta frolla

 

Una volta pronta la frolla non dovete far altro che stenderla abbastanza sottile e ritagliare dei dischetti rotondi del diametro di circa 7 cm l’uno usando un bicchiere per l’acqua; adagiate al centro di ogni dischetto un cucchiaio o poco più di marmellata e chiudete usando un disco senza marmellata e dello stesso diametro facendo pressione sui lati in modo che le estremità siano ben attaccate tra di loro.

Il gioco è fatto: vi basta foderare una teglia bassa con carta forno e mettere i biscotti a cuocere per 20 minuti circa a 180° (con forno ventilato) quindi sfornateli, fateli raffreddare per bene e spolverizzateli di zucchero a velo.

Biscotti marmellata e zucchero
Biscotti marmellata e zucchero

 

Se vi state chiedendo dove sta il trucco sappiate che non ce n’è: l’unica accortezza è lavorare la frolla con le mani fredde e usando burro freddo e se siete come me e usate farina senza glutine non mettere a riposare la frolla per evitare che si spacchi più del dovuto in cottura.

Si mantengono benissimo per 3-4 giorni dentro dei contenitori ermetici ma se per caso siete in vena di cucinare e volete portarvi avanti in vista dell’inverno preparatene di più e, una volta freddi, congelateli avvolti singolarmente dentro della carta pellicola: vi basterà metterli a scongelare a temperatura la sera per averli pronti a colazione!

Non devo essere io a dirvi che sono fantastici anche con la cioccolata dentro, vero?

di Veruska Anconitano