Chirashi con tartare di salmone e avocado

La voglia di cucinare e accendere i fornelli in estate è inesistente, lo so, per questo motivo oggi volevo presentarvi una ricetta che si ispira alla cucina giapponese, dove l’uso dei fornelli è ridotto al minimo, giusto il tempo per cuocere il riso al vapore (e volendo se avete la vaporiera, il gas potete decisamente dimenticarlo!)

Quando tanti anni fa ho assaggiato per la prima volta questo piatto me ne sono innamorata, vuoi per la semplicità con cui vengono accostati gli ingredienti, oppure per i sapori che insieme si accostano alla perfezione regalando a questo primo leggerezza, rendendolo comunque un piatto completo.

Siete pronti a coccolarvi con il chirashi quest’estate? Attenzione che questa non è la versione originale, ma una versione italianizzata, molto ma molto gustosa!

IMG_7513
Chirashi con tartare di salmone e avocado

Dosi:

per 4 persone

Tempo di cottura:

15 minuti

Tempo di preparazione:

20 minuti

Che cosa ti occorre:

una pentola con il coperchio oppure una vaporiera, un tagliere, un cucchiaio, un coltello, una ciotola

Ingredienti:

300g di filetto di salmone freschissimo
1 avocado bello maturo
300 g di riso a grano fine per sushi
1 cipollotto bianco
2 cucchiai di salsa di soia
olio extravergine

IMG_7507
Chirashi con tartare di salmone e avocado

Procedimento:

Per prima cosa fate cuocere il riso, molti fanno il riso bianco base per il sushi con l’aceto di riso, io però preferisco un semplice riso al vapore leggermente salato.

Sciacquate sotto l’acqua il riso poi mettetelo in una pentola, per ogni parte di riso mettete due parti di acqua fredda, poi aggiungete un pizzico di sale e lasciate cuocere a vapore con il coperchio fino a quando l’acqua non sarà completamente assorbita.

Lasciate raffreddare il riso senza lasciarlo all’aria perché sennò si seccherà, coprite con una pellicola trasparente.

Preparare la tartare, tagliando a cubetti il salmone togliendo eventuali pezzi di pelle o lische, e poi battendo il coltello sul tagliere per trasformarlo in tartare, mettete poi dentro una ciotola con un cipollotto tagliato molto fine.
Aggiungete un filo d’olio, va bene anche quello di sesamo, e la salsa di soia per marinare.

Tagliate poi l’avocado, tagliandolo a metà e facendo attenzione al nocciolo centrale molto grosso, con l’aiuto di un cucchiaio, poi tirate fuori la polpa e tagliatela a cubetti.

Prima di servire, aggiungete l’avocado al salmone e mescolate con delicatezza, perché se l’avocado è maturo si romperà facilmente e si spappolerà.

Servite presentando il chirashi sistemando sulla base il riso e coprite con la tartare di salmone e tonno, condite con altra salsa di soia a piacere.

IMG_7501
Chirashi con tartare di salmone e avocado

di Valentina Barone