Colazione: Crostatina di mela in gelatina di moscato

È tornata la stagione delle mele e non ne potrei essere più felice! Mi piace tantissimo usarle per preparare una buona colazione oppure una merenda golosa.

Per questa ricetta io usato le mele Carla, una qualità tipica del Piemonte e della Liguria, sono piccole mele leggermente schiacciate, che dal verde tendono al rossastro.
Sono mele belle asciutte e molto croccanti che durante la cottura infatti non rilasciano liquidi e succhi: sono perfette per i dolci.

In alternativa potete usare delle mele leggermente asciutte, oppure se amate i sapori aciduli anche le mele renette sono perfette!

Dosi:

Tempo di preparazione:

1 ora

Tempo di cottura:

20 minuti

Che cosa vi occorre:

6 formine per crostata, un mattarello, un pentolino.

Ingredienti

Per la frolla:
150 gr di farina integrale
75 gr di burro
50 gr di zucchero
1 grattata di buccia di limone
1 tuorlo d’uovo
Per il ripieno:
2 mele
1 cucchiaio di zucchero
1 cucchiaino di cannella
Per la gelatina:
un bicchiere di moscato
Agar agar

Fate a cubetti il burro e lavoratelo nella farina schiacciandolo con dei pizzicotti, una volta più compatto aggiungete la scorza di limone, l’uovo e lo zucchero e lavorate fino a quando non avete una palla compatta, avvolgetela nella pellicola e mettetela in frigo per mezz’ora.

Dividete l’impasto in 6 palline e lavoratele con il mattarello formando la vostra base per le crostatine.
Infornatele per 20 minuti a 180°C.

Intanto tagliate le mele a cubetti piccolini e mescolatele con la cannella e lo zucchero.
In un pentolino cominciate a preparare la gelatina mescolando il moscato con l’agar agar (la quantità di agar agar dipende dal vostro tipo, fate circa 150ml di liquido)

Portate ad ebollizione una volta che tutto è sciolto, fate bollire per qualche minuto poi lasciate fuori dal fuoco a riposare.

Una volta sfornate mettete le mele cercando di incastrarle il meglio possibile; infornate per altri 5 minuti, lasciate raffreddare leggermente poi coprite con la gelatina e lasciate raffreddare lentamente, ci vuole molto di più che con una normale gelatina per dolci, però sarà una gelatina completamente naturale.

L’agar agar si solidificherà solo una volta che sarà completamente fredda!

di Valentina Barone