Come essere sazi anche se si è a dieta

Quando decidiamo di metterci a dieta siamo entusiaste, perché sappiamo che lo stiamo facendo per il nostro bene, non solo per una questione estetica, ma anche per una questione di salute. Subito, però, sentiamo un peso sullo stomaco. E non è perché abbiamo mangiato tanto: l’ansia di sapere che dovremo mangiare di meno ci fa soffrire del fatto che sapremo già che soffriremo la fame. Essere sazi anche se si è a dieta e non patire i morsi della fame, però, è possibile, basta solo portare in tavola gli alimenti giusti e seguire alcuni accorgimenti.

Dieta dissociata

Ci sono diversi alimenti che riducono il senso di fame, come sottolineato da diverse ricerche scientifiche. Si tratta di cibi che, grazie alle loro proprietà e ai loro nutrienti, ingannano il nostro cervello, facendogli credere che siamo a posto con la fame, quando invece magari non è proprio così. In particolare le proteine sono molto importanti.

Portare sulla tavola alimenti ricchi di proteine è fondamentale perché non creano un aumento di zuccheri nel sangue che stimola la fame e la richiesta di cibo. Possiamo mangiare le mandorle, le acciughe, l’avocado, le lenticchie, il pollo. E ancora, sono utili le albicocche, i datteri, le prugne, le noci, i pistacchi, i fichi, le arachidi.

E poi anche il pesce, come granchio e sgombro, le patate dolci, il tacchino, il parmigiano, il sesamo, il tonno. Ci sono alimenti, poi, che ingannano il cervello: lo sapete, vero, che la fame non è solo una questione di stomaco, ma anche di testa? Ebbene sì, ingannando il cervello possiamo sentirci sazi molto prima. E pollo, avocado e mandorle ci riescono benissimo.

Per sentirsi sazi e far funzionare meglio la dieta, allora, portiamo più spesso questi alimenti sulle nostre tavole: molti si combinano bene insieme in ricette da capogiro!

Provare non costa nulla!

di Redazione