Come funziona la dieta del minestrone?

Avete mai sentito parlare della dieta del minestrone? Sicuramente sì, ma se non avete mai approfondito la questione e volete saperne di più in merito, eccoci qui a spiegarvi tutto quello che c’è da conoscere su questo particolare regime alimentare, utile per chi vuole perdere peso in pochi giorni, sgonfiare la pancia e anche disintossicarsi magari da un periodo di bagordi, di troppe cene, di troppe feste e di eccessi a tavola. La dieta non deve essere seguita per più di 15 giorni, mi raccomando!

La dieta a base di minestrone, infatti, è ipoproteica, non è equilibrata e a lungo andare potrebbe causare diversi danni al nostro organismo, facendo scomparire il grasso, ma anche la massa muscolare. Se seguita bene e per un massimo di due settimane, la dieta del minestrone permette di perdere 3 chili in una settimana: chiedete però al vostro medico se è adatta a voi o meno.

La dieta del minestrone si sviluppa in tre fasi: la prima fase è quella disintossicante, che permette di eliminare tutte le tossine nocive dal nostro corpo. In questa fase si possono mangiare minestroni di verdure a base di bietole, cipolla, cicoria, carote, indivia, radicchio, carciofi, broccoli. Come spuntino potete mangiare tanta frutta, quella che amate di più. Questa fase dura 4 giorni.

La seconda fase dura solo due giorni e oltre ai minestroni possiamo mangiare anche il latte, lo yogurt, una porzione di carne o una porzione di pesce, in uno dei pasti principali. La terza fase continua nei 7 giorni successivi (anche se in questa settimana dovreste già aver perso peso): oltre a quello detto prima, potete aggiungere anche una porzione di riso integrale al giorno.

Mi raccomando, durante la dieta bevete moltissima acqua, durante i pasti e durante il giorno e ricordatevi di fare un po’ di attività fisica. Non proseguite la dieta per più di 15 giorni, questo è davvero molto importante per la salute del vostro organismo!

di Redazione