Com’è il tiramisù più buono del mondo?

Il tiramisù se non ci fosse bisognerebbe inventarlo. Quando pensate a un dolce facile e veloce da preparare e da gustare, non vi viene sempre in mente questo dolce al cucchiaio che tutti abbiamo fatto almeno una volta nella vita. Piace a tutti quanti, anche ai bambini, magari in una versione senza caffè o con caffè decaffeinato per evitare che i più piccoli siano un po’ troppo sovraeccitati. Nel mondo sono tante le varianti del tiramisù, anche se l’originale è sempre la più buona. E non siamo solo noi a dirlo!

Il tiramisù originale è quello più amato, nonostante le versioni alla birra o allo zafferano, di cui vi abbiamo spesso parlato ultimamente. Così come vi abbiamo speso parlato della battaglia sulle origini di questo dolce, che molte regioni d’Italia si contendono.

Ma in realtà è quello della tradizione a vincere sempre e la dimostrazione è il recente campionato del mondo di tiramisù. Sì, avete capito bene: esiste una Coppa del Mondo che premia i pasticceri migliori che sono in grado di proporre il miglior dolce al cucchiaio. Chi avrà vinto l’edizione 2017?

A vincere la prima Coppa del Mondo di Tiramisù è Andrea Ciccolella, 28 anni di Feltre, operaio in Luxottica, che ha proposto una ricetta tradizionale fatta con i savoiardi (ebbene sì, la tradizione vuole i savoiardi non i pavesini, mettiamocelo in testa), uova, mascarpone, zucchero, caffè, cacao.

Alla Coppa del Mondo di Tiramisù hanno partecipato 720 partecipanti che nella provincia di Treviso si sono dati battaglia a suon di dolcezza con il dolce al cucchiaio più buono che c’è, di fronte ai giudici e a un pubblico proveniente da ogni angolo del mondo.

Come si fa a diventare giudici? Noi siamo grandi conoscitori di tiramisù!

di Redazione