Come preparare un cocktail Martini

Il cocktail Martini è uno dei classici aperitivi che possiamo prendere per rendere subito la nostra uscita molto sofisticata ed elegante: anche James Bond lo beve ed è il suo aperitivo preferito. E se lo beve lui che è un uomo di grande classe, con licenza di uccidere, perché non dovremmo berlo anche noi? E’ davvero molto semplice da preparare e gli ingredienti sono pochi ed essenziali, ma vedrete che grande successo tra i vostri ospiti!

Il cocktail Martini, conosciuto anche come Dry Martini, è uno dei cocktail più famosi di tutto il mondo e anche uno dei più amati a livello internazionale, che ha fatto nascere tutta una serie di varianti che si basano proprio sul Martini: ha un gusto raffinato, sofisticato, elegante, semplice e si può accompagnare con ogni tipo di stuzzichino ed è adatto a ogni occasione.

Il cocktail vanta solo due ingredienti: dobbiamo preparare 6 cl di gin, 1 cl di vermut dry e, se non lo vogliamo bere in purezza, come invece adoro fare io, possiamo aggiungere a decorazione una scorza di limone e anche del ghiaccio. C’è anche chi adora berlo con le classiche olivette verdi dentro, molto chic.

Fate raffreddare la coppetta da Martini con del ghiaccio. Riempite un mixing glass con il ghiaccio, versate il vermut e il gin e mescolate. Gettate il ghiaccio dalla coppetta e versate il cocktail filtrandolo. Strizzate la scorza del limone e strizzatela sulla superficie per profumare il cocktail.  Servite con le olive in salamoia.

Il Martini non va mai shakerato, altrimenti il ghiaccio ridurrebbe il grado alcolico rendendo poco gradevole il sapore, perché il Martini verrebbe allungato. Le olive vanno servite a parte: ognuno fa quello che vuole.

Gli ingredienti, ovviamente, devono essere di altissima qualità: non risparmiate su questa parte, perché il risultato finale ne risentirebbe davvero troppo!

di Redazione