Come si prepara il pangrattato in casa

Il pangrattato è un ingrediente base di moltissime ricette che possiamo preparare ogni giorno per portare in tavola un gusto unico e saporito: di solito è alla base di ricette fritte che possono far la gioia di tutti gli ospiti a tavola, ma si può anche utilizzare per dei gratinati ricchi di gusto o per una cottura al forno più light delle classiche ricette fritte della tradizione gastronomica italiana. Lo sapete che il pangrattato, che si può trovare in commercio, si può anche fare a casa?

Per fare il pangrattato in casa non dobbiamo far altro che usare il pane che ci piace di più, magari proprio quello che abbiamo avanzato dal giorno prima, così non butteremo via proprio niente. Se il pane è fresco, non dovremo far altro che farlo seccare: non serve poi molto, basta solo aspettare che diventi bello duro.

A questo punto abbiamo due strade: possiamo far seccare il pane nel forno o nel forno a microonde e poi grattugiarlo. Ma se è già secco potremo già procedere a grattugiarlo facendoci aiutare da un robot da cucina: mi raccomando, a seconda del vostro gusto potete macinarlo più fine, come se fosse una farina, o più grossolanamente.

Tutto dipende dal tipo di ricetta che vorremo preparare: a volte una fettina di carne è più gustosa se il pangrattato è grattugiato grossolanamente, con dei pezzi più grossi, mentre per crocchette, olive all’ascolana, polpette o ricette che prevedono l’impiego del pangrattato nell’impasto è meglio grattarlo in maniera più fine.

Come potete vedere è davvero semplice preparare il pangrattato e se abbiamo tanto pane avanzato, possiamo anche facilmente conservarlo e utilizzarlo poi in seguito in altre ricette. Il pangrattato va conservato in sacchetti ermetici di plastica o in barattoli di vetro ben sigillati.

E lo sapevate che il pangrattato può anche essere congelato?

di Redazione